Aldo Betto, una vita in musica tra l’Italia e il Mondo

Chitarrista, autore e compositore, Aldo Betto ha suonato live in tutta Italia ed all’estero, tra cui 5 tour e due dischi incisi negli Stati Uniti. Ha inoltre collaborato con un numero considerevole di artisti, tra cui Jovanotti nel Jova Beach Party del 2019, e il pianista e compositore Nicola Piovani, premio Oscar per le musiche del film “La vita è bella”. Aldo Betto ha registrato un disco, con le sue chitarre, nel secondo album di Mina e Celentano. Attualmente suona con i Savana Funk.

Così si racconta alla stampa.

«Ho un diploma da ragioniere, sfruttato 12 giorni, giusto per verificare dopo la Matu- rità che non era quella la mia strada. Mio padre ha venduto giornali in un’edicola per quarant’anni, da ragazzo gli davo una mano, per il resto ho sempre suonato molto, già dai miei 16-17 anni. Da adolescente mi divertivo da matto con la chitarra, in poco tempo divenne anche un lavoro. Più che una scelta conscia è stata una concatenazione di eventi a portarmi su questa strada. Oltre alla chitarra mi diverto a suonare il basso, senza pretese, ma è uno strumento che adoro, il collante della band, fa groove. Qualche accordo sul piano lo so fare, ma suonare è altra cosa. Ho fatto studi classici da bambino, ho iniziato a 9 anni e finito a 13, dopo aver conseguito la licenza di Teoria e Solfeggio.

Ho preso qualche lezione di chitarra moderna durante il periodo delle superiori. Poi nel 2000 mi sono iscritto alla Music Academy di Bologna, che mi ha dato una buona preparazione. Per il resto ho sempre fatto molto moltissimo live, la vera scuola è stata on the road, e poi rubando trucchetti del mestiere e idee ai colleghi, durante le jam, oppure andando a vedere gli altri suonare e sempre ascoltando tonnellate di musica di ogni tipo».

POTREBBE INTERESSARTI