Amatriciana: gusto intramontabile, la cultura e la storia in un piatto

La storia della cucina italiana è qui, in un piatto spartano, straordinario, meraviglioso, dove il pomodoro cucina nel grasso della carne stagionata, nelle essenze di un salume meraviglioso, ed entrambi alla fine incontrano la forza della terra, quella di un pecorino romano che unisce tutto in un connubio di forza e amore.

Come si prepara uno dei classici della cucina italiana, ovvero l'intramontabile Amatriciana? Scopriamolo insieme.

Tagliate il guanciale a strisce, possibilmente sottili e dello stesso spessore. Poi, trasferitelo in una padella, unite l’olio e il peperoncino, quindi lasciate rosolare per 3 minuti circa, avendo cura di mescolare con un cucchiaio di legno. Quando il guanciale ha preso un colore dorato, prelevatelo dalla padella e tenetelo da parte in caldo.

Aggiungete i pomodori e lasciate cuocere il sugo per circa 15 minuti, mescolando di tanto in tanto, in modo che non si attacchi. Quando il sugo è pronto, eliminate il peperoncino e aggiungete il guanciale.

Cuocete i bucatini in abbondante acqua salata, scolateli al dente e quindi versateli nella padella con il sugo. Fate saltare la pasta per 1 minuto, aggiungendo il pecorino grattugiato poco per volta. Infine, servite l’amatriciana. Se vi piace, insaporite con pecorino grattugiato e pepe nero.

Ingredienti per 4 persone

Bucatini 400 g
Guanciale di amatrice 200 g
Olio extravergine o strutto 1 cucchiaio 

Pomodori freschi o pelati 500 g 

Pecorino di Amatrice 150 g 

Peperoncino
Sale e pepe nero