Anna Fendi: la donna della moda italiana che ha conquistato il mondo

Anna Fendi (Roma, 23 marzo 1933) è una stilista e imprenditrice che, insieme alle sorelle Alda, Carla, Franca e Paola ha portato avanti il marchio Fendi. Ha svolto il ruolo di responsabile e coordinatrice della progettazione delle collezioni Fendi e delle licenze legate al marchio.

Nata a Roma da Edoardo Fendi e Adele Casagrande, inizia ad appassionarsi al mondo della moda nella boutique di accessori in pelle e guarnizioni in pelliccia, aperta dai genitori nel 1925 in via del Plebiscito – a cui faranno seguito altre quattro boutique aperte a Roma negli anni ’50. Terminati gli studi superiori, a seguito della prematura scomparsa del padre, inizia a lavorare stabilmente con la mamma e le sorelle nella gestione delle boutique di famiglia.

Con il tempo ognuna assumerà un ruolo ben preciso: Paola, esperta nella pellicceria, nelle lavorazioni, nelle tinte, le conce; Franca, responsabile acquisti e direttrice del punto vendita di via Borgognona; Carla, responsabile dell’ufficio commerciale e dell’ufficio stampa; Alda, responsabile dell’atelier e del laboratorio di pellicce; Anna, responsabile dell’ufficio progettazione e licenze.

Nel 1960 è responsabile della decisione di concentrare tutto in un’unica sede con atelier, showroom, laboratori interni e spazio vendita in un ex teatro in via Borgognona, e a farla diventare la sede storica di Fendi. Nel 1965 il Conte Savorelli di Lauriano la mette in contatto con Karl Lagerfeld, con cui avvierà una collaborazione. Nel 1970 viene presentata per la prima volta la collezione Fendi (al Pitti di Firenze e poi a Milano). Nel 1975 apre un punto vendita all’interno del magazzino newyorkese Bergdorf&Goodman. Sotto la sua responsabilità creativa nasce la linea “Ready To Wear” di moda casual maschile. Contemporaneamente segue personalmente le licenze italiane ed estere.

Nel 1993 viene affiancata dalla figlia Maria Silvia. La figlia Ilaria, invece, assume il ruolo di shoe designer e di direttore creativo accessori della linea giovane Fendissime.

Nel 2001 avviene la fusione con LVMH. Poco dopo la fusione Anna Fendi lascia la responsabilità del reparto creativo alla figlia Maria Silvia, ancora oggi al fianco di Karl Lagerfeld in Fendi come responsabile degli accessori, della linea uomo e bambino.

Si occupa quindi della ristrutturazione di Villa Laetitia. Nell’ottobre 2011 è stata la prima donna italiana a ricevere a Washington il premio IWF Hall Of Fame. Nel 2012 lancia con il compagno Giuseppe Tedesco il progetto della selezione dei vini AFV – Anna Fendi.

Potrebbe interessarti

Non solo pernottamento. In provincia di Asti un angolo dedicato alla cura del corpo

Effegibi è al centro di una storia che parte dalla tradizione e arriva nel

Sweet italian tomatoes on the wooden table

Sipo, dopo un lavoro di ricerca e sviluppo durato oltre un anno fatto di

Olives, olive oil and ciabatta on wooden table

La Fratelli Carli S.p.A. è un’ azienda alimentare italiana specializzata nel settore dell’olio di

L’uso delle spezie nella cucina italiana ha una storia lunga e deliziosa . Nessuna cucina italiana

Solo quando ti senti bene e riconosci la tua bellezza, puoi incontrare la versione

“L’eleganza che si sposa con la sobrietà e le linee essenziali, ma non diventa

woman preparing biscuits on wooden table.

In una storia che si rispetti, una bella e affascinante storia italiana, come la

panorama with villages and Etna volcano in Sicily

In Sicilia, a Zafferana Etnea, in provincia di Catania, nell’incantevole area protetta del Parco

Daniela Franco e Chiara Carratù, due anime, una sola struttura. Mamma e figlia che

TRANSLATE
error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici anche nei social dove da questo anno condividiamo storie, video, esperienze italiane di imprese e persone che amano e vogliono vivere questa meravigliosa penisola, contribuendo con informazioni utili.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Abbonati a Italia da Vivere e resta sempre aggiornato.