Arte: Pietro Cavallini, il maestro di Giotto

Pietro Cavallini , (nato intorno al 1250, Roma, morto intorno al 1330), pittore di affreschi e mosaicista romano la cui opera rappresenta il primo tentativo significativo nell’arte italiana di rompere con Stilizzazioni bizantine e si spostano verso una rappresentazione plastica e illusionistica delle figure e dello spazio. Ebbe un’influenza importante sull’innovativo pittore fiorentino Giotto.

La prima opera autenticata del Cavallini è una serie di decorazioni ad affresco della navata di San Paolo Fuori le Mura a Roma, eseguite tra il 1277 e il 1290. Queste furono dipinte sui contorni di affreschi paleocristiani del V secolo nel tentativo di “restaurarli” . Sia le opere di Cavallini che i pochi affreschi precedenti che non sostituì perirono in un incendio nel 1823. Copie di entrambe sopravvivono, tuttavia, e la spaziosa monumentalità e le affinità classiche delle opere del V secolo sembrano aver avuto un profondo effetto sulla formazione del Cavallini stile.

Nel 1291 iniziò la sua grande serie di mosaici, scene della vita della Vergine per Santa Maria in Trastevere, Roma, che mostrano un deciso umore classico. Le convenzioni superficiali dei tipi facciali e dei gesti bizantini persistono, ma il trattamento lineare bizantino dei drappeggi è gravemente ridotto a favore di una modellazione arrotondata e la tradizionale definizione lineare dei tratti del viso viene completamente abbandonata. C’è una chiarezza spaziale sorprendentemente nuova e un approccio scultoreo alle figure e un uso della luce che non ha precedenti nell’arte italiana; la luce colpisce le figure da una direzione e serve a plasmare e rivelare, piuttosto che decorare, la forma.

Nel 1308 Cavallini fu invitato a Napoli da Carlo d’Angiò; lì entrò in contatto con le forme aggraziate dell’arte gotica del paese dell’Angiò settentrionale. Intorno al 1315 tornò brevemente a Roma per decorare con affreschi la facciata di San Paolo Fuori le Mura (ora distrutta). Ebbe molti allievi che portarono avanti la sua tradizione.

POTREBBE INTERESSARTI