Carlotta Tesconi: l’attrice bambina di Caro Maestro è cresciuta

Occhi azzurri di cielo, temperamento forte, voglia ancora di stupire nel mondo dello spettacolo, temperamento tutto romano. Di recente poi la vita le ha anche regalato la gioia di diventare mamma della piccola Rebecca.

Ce la ricordiamo da piccolissima, nella fiction Caro Maestro, accanto a Marco Columbro, Elena Sofia Ricci e l’indimenticata Sandra Mondaini di cui Carlotta conserva ricordi immensi. Una donna unica, un’attrice di spessore, nata per fare la madre, pur non essendolo mai diventato. “Mi teneva sulle ginocchia e con le ripetevo il copione”, racconta Carlotta.

Carlotta Tesconi, classe 1988, inizia la sua carriera giovanissima, nel 1994, con l’episodio pilota della serie Beniamino Gad, sull’orlo dell’incubo. Successivamente partecipa al film di Dino Risi, Giovani e belli (1996).

Approda in televisione recitando in alcune serie, sia targate Rai che Mediaset, come Lui e lei, Casa famiglia 2, Caro maestro (prima e seconda stagione), Valeria, medico legale e Noi, del 2004, dove per la prima volta ha un ruolo da coprotagonista.

Tra il 2005 e il 2006 gira ecco il grande salto con “Raccontami” la serie tv in 13 puntate, in onda dal 10 dicembre 2006 al 15 febbraio 2007 su Rai Uno, per la regia di Tiziana Aristarco e Riccardo Donna, in cui dà vita al personaggio carismatico di Titti Ferrucci, figlia dei protagonisti, interpretati da Massimo Ghini e Lunetta Savino. Un personaggio caratterizzato con estrema incisività e bravura, una ragazza poco più che diciottenne in un periodo, come gli anni ’60, in cui l’emancipazione femminile era solo un’utopia irraggiungibile. Titti lotta contro luoghi comuni e pregiudizi, arrivando a nascondere anche i propri sentimenti, legami che possono distoglierla dai propri obiettivi.

Nel 2008 torna sul piccolo schermo con la seconda stagione di Raccontami e con la miniserie di Canale 5, Mogli a pezzi, diretta da Alessandro Benvenuti e Vincenzo Terracciano, mentre al cinema recita con un ruolo nella spoof-comedy Ti Stramo.

Non si può dimenticare l’importante partecipazione nello spot tv istituzionale dell’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro), ideato e diretto da Ferzan Ozpetek nel 2007, dove, a fianco di Isabella Ferrari, interpreta Giovanna, una ragazza che è riuscita a sconfiggere il cancro grazie alla ricerca. Un messaggio di speranza e di sprone ad aiutare le associazioni come l’AIRC nella lotta contro il tumore.

Carlotta, dopo la maternità, ha voglia di tornare a recitare. Siamo certi che registi e produttori ci permetteranno di rivederla sul piccolo e grande schermo.

POTREBBE INTERESSARTI

Lavazza una storia italiana

Lavazza è uno dei marchi più conosciuti al mondo nel settore del caffè, con una storia che risale al lontano 1895, quando Luigi Lavazza aprì la sua prima torrefazione a Torino. Da allora, l’azienda ha avuto una crescita costante, diventando un punto di riferimento nel mercato italiano e internazionale.

Approfondisci »
Tuscany, Volterra town skyline, church and trees on sunset. Ital

20 mete imperdibili

L’Italia è un paese ricco di tesori, dove la storia, l’arte, la natura e la gastronomia si fondono per creare un’esperienza indimenticabile. Scegliere le 20 mete imperdibili in Italia non è facile, ma qui di seguito troverete una lista di luoghi che rappresentano il meglio del Bel Paese.

Approfondisci »

Upupa e il suo ciuffo

L’Upupa, noto anche come Upupa epops, è un uccello comune in Veneto, una regione situata a nord-est dell’Italia. Questo uccello è facilmente riconoscibile per la sua cresta di piume sulla testa e il suo lungo becco curvo.

Approfondisci »