RUBRICHE

Servizi

Carpenè Malvolti: la storia di un capolavoro vinicolo tutto italiano, nato tra le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobiaddene

C’è molto da scoprire tra le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. I dolci declivi, che cambiano colore con il mutare delle stagioni, accompagnano il ciclo della vite che matura al sole accarezzata da un microclima ideale per regalare solo le migliori uve Glera destinate a diventare Prosecco.

Quel Vino Spumante che per la prima volta Antonio Carpenè ebbe l’intuizione di produrre nel 1868, nell’anno della fondazione della propria Impresa.

C’è un fil rouge storico che lega questa terra alla viticoltura e che ha avvio circa 2000 anni fa; le testimonianze della presenza di un vino affine all’attuale si leggono già negli scritti di Plinio il Vecchio e sembra addirittura che, se assunto nelle giuste quantità venisse anche raccomandato per le proprietà benefiche sulla salute umana.

Tutti piccoli tasselli che la storia ci consegna per ricostruire il percorso compiuto da quello, che nel corso dell’ultimo secolo e mezzo, è di fatto divenuto il Vino Spumante Italiano più noto e più bevuto al mondo.

La storia più recente è stata scritta proprio dalla Carpenè Malvolti che, per il suo ruolo di pioniera nella produzione dell’odierno Prosecco, si erge a custode delle più tradizionali tecniche produttive nonchè di preziose documentazioni e strumentazioni di lavoro relative sia alla Spumantistica che alla Distillazione, raccolte in quella che oggi si chiama la “1868 Gallery”.

Il percorso storico è stato inaugurato presso la sede della Cantina recentemente restaurata in assoluto rispetto dei dettami architettonici, al fine di esaltarne la secolare storicità opportunamente coniugata con l’estetica contemporanea.

Dedicato alle Generazioni della Famiglia Carpenè, che si sono avvicendate al timone dell’Impresa, il percorso si snoda attraverso varie aree tematiche: dalla sala introduttiva in cui viene proiettato sulle pareti il paesaggio delle colline del Conegliano Valdobbiadene, all’area dedicata al Metodo Classicocon le pupitres, passando poi per l’area in cui avviene l’imbottigliamento si accede ad uno spazio riservato alla degustazione, un’area dedicata all’esposizione dei dei distillati storici quali il Brandy e la Grappa. Icona dell’Imprenditoria Veneta ed Italiana e realtà fortemente radicata nel Territorio di origine – a cui essa stessa ascrive il merito del successo ottenuto a livello internazionale – la Carpenè Malvolti ha scelto di mantenere la propria sede nel centro storico della Città di Conegliano, circondata dalle colline del Prosecco Superiore ricadenti proprio nell’area vitivinicola del Conegliano Valdobbiadene D.O.C.G. di cui è da sempre privilegiata ambasciatrice.

POTREBBE INTERESSARTI