la penisola delle eccellenze

Carunchio è un piccolo paesino della provincia di Chieti, ubicato sulle cime di un piccolo colle, oltre la riva destra del fiume Treste, dal quale è possibile ammirare una vista spettacolare su gran parte della Maiella e del Gargano.

Un luogo dalle origini secolari, come attestato in una bolla papale risalente al XII secolo che ne testimonia l’esistenza già nel 1173.

Terra natale di alcuni celebri personaggi come il medico Luigi Cantone (anche detto Luigi Maria Capoleoni) e Filoteo Castelli, il borgo nel corso degli anni ha progressivamente perso una parte importante del proprio tessuto sociale e culturale, a seguito del forte fenomeno emigratorio che ha colpito queste terre.

Fenomeno che, dall’altra parte, ha spinto sempre di più la stessa comunità di Carunchio e di tutto l’Alto Vastese a promuovere e a tramandare il forte legame delle persone che abitano questi luoghi con le proprie radici e le proprie tradizioni, donando una nuova anima alla città, che si configura come un vero baluardo di storia e di cultura del paese. La stessa che ancora oggi si respira all’interno dell’antico borgo di Carunchio: un complesso urbano sviluppatosi tra il XII e il XIII secolo attorno al Palazzo Castelli, che rende l’intero centro storico un luogo dal sapore medievale e ricco di tesori tutti da scoprire. Di particolare fascino sono la chiesa di San Giovanni Battista, che conserva un pregevole organo barocco del 1692 ricostruito nel 1775, la chiesa del Purgatorio (già chiesa di Santa Maria), e la chiesa di Santa Maria della Valle. Un’occasione unica per visitare i luoghi e le vie di un posto fuori dal tempo, reso ancora più bello la domenica del Corpus Domini, in occasione della preziosa Infiorata, che ricopre le strade di Carunchio di colori e odori tutti di versi e tutti da assaporare. 

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!