la penisola delle eccellenze

Fin dal lontano 1800 Castellammare di Stabia è un rinomato centro termale. L’acqua termale delle terme sgorga da 28 diverse sorgenti lungo le pendici del Monte Faito costituite da composizioni chimiche di acque sulfuree, bicarbonate calciche e minerali. Le diverse composizioni consentono un’ampia gamma di trattamenti terapeutici.

Sono presenti due diverse terme, una nel centro storico del paese e l’altra in collina. Le Antiche Terme, costruite nel 1836, sono aperte per qualche ora tutti i giorni per la balneazione e ospitano eventi culturali nella stagione estiva. Le Nuove Terme, inaugurate nel 1964, dispongono di due edifici dedicati alle cure termali e alla cura idroponica. Ha anche un parco che ospita in estate esercizi commerciali, cinema all’aperto, mostre e convegni.

Castellammare di Stabiae ospita una serie di imponenti edifici storici tra cui la Cattedrale di Castellammare, San Bortolomeo, Santa Caterina, la Chiesa del Gesù e la Chiesa del Purgatorio. La più storicamente e culturalmente significativa è senza dubbio la Cattedrale di Castellammare dedicata a Santa Maria Assunta e San Catello . Situata in Piazza Quartuccio, la sua attuale formazione fu edificata nel 1587 dopo essere stata danneggiata dal terremoto del 1436. All’interno si possono ammirare notevoli dipinti di Giuseppe Bonito, Jose de Ribera, Nunzio Rossi , sculture di Jerace e un importantissimo presepe ottocentesco con pastori a grandezza naturale.

Castellammare di Stabia, rinomata località balneare situata nel Golfo di Napoli, tra la fine dell’area vesuviana e l’inizio della penisola sorrentina, è una cittadina ricca di storia e di importanti resti archeologici risalenti alla fondazione romana nel 340 a.C.
Edificata nel 1836 le terme di Castellammare di Stabia sono uno dei più importanti punti di riferimento culturale della regione e una delle mete più ambite della Penisola, grazie a diversi tipi di acque minerali che aiutano a curare una vasta gamma di disturbi e dolori.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!