Chef Giancarlo Morelli e la sua cucina semplice e straordinaria nel cuore di Milano

Autore

Nel nome c’è tutta l’idea del locale: “Trattoria” e proprio della trattoria vengono recuperati i valori più veraci, pur con la consapevolezza che il mondo è cambiato, i gusti si sono evoluti e il cibo si è trasformato in un’esperienza polisensoriale.

Una cucina immediata, un menù “pulito” a partire dai nomi dei piatti, un rapporto quotidiano con produttori selezionati, una materia prima autentica, ancorata alla ciclicità della natura, un’elaborazione culinaria attenta al gusto, questi i tratti distintivi della filosofia di trattoria di Giancarlo Morelli e della sua Trattoria Trombetta nel cuore di Milano.

Il menù è una sinfonia di accostamenti e note gastronomiche, con accenti legati alla memoria sensoriale della tradizione, mescolata ad un concetto di cucina rispettosa della materia prima e dell’individuo. La semplicità è nobilitata da tecniche contemporanee ed estro creativo. È prevista “La carta dei piatti del giorno” con proposte semplici e convenienti, armonie culinarie dal gusto mai banale che sposano l’immediatezza regalata dalla natura nella sua stagionalità.

E a partire dalle 19 scocca l’ora della proposta “I 14 Cocktail Classici” riveduti con erbe aromatiche fresche della cucina. Il mood del locale si gioca su uno spiccato contrasto tra lo stile contemporaneo e la memoria della trattoria, dove la semplicità dei materiali si sposa con elementi preziosi. A un’ampia sala principale fa da contraltare una saletta intima e avvolgente, eredità dell’architettura del palazzo ottocentesco all’interno del quale trova posto la nuova Trattoria Trombetta.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!