la penisola delle Eccellenze

Rosso intenso, come il colore dell’amore, rosso come la passione del nostro Sud. Tonalità forti da cruda, straordinaria in una insalata, cambia completamente aspetto aromatico da cotta, prestandosi a percorsi di calore sia tradizionali che moderni: in vasocottura in olio, sottovuoto a bassa temperatura, a vapore, grigliata, arrostita, affumicata, fritta, brasata con un fondo liquido di vino o brodo, speciale con le carni, sorprendente con il mare. È uno dei simboli per eccellenza della Calabria, particolare in tutto e per tutto, dal colore speciale, dal gusto dolce e dalla versatilità inconfondibile. È l’ambasciatrice della Calabria nel mondo, riconosciuta IGP nel 2008, semplicemente la cipolla rossa di Tropea.

Red onions on a wooden board

Coltivata lungo la costa tirrenica tra Vibo Valentia e Cosenza, con Tropea che ne è la città simbolo, la cipolla rossa ha alle spalle una storia millenaria, introdotta in regione dai Fenici e apprezzatissima già dai Babilonesi, diffusa nel mondo tra il Medioevo e il Rinascimento, anche come merce di scambio pregiatissima. Il motivo? Per le sue indiscusse proprietà benefiche che la rendono preziosa non solo in cucina, perché versatilissima ma anche e soprattutto per la nostra salute. Da sempre, infatti, è stata considerata il cibo della salute, farmaco naturale contro diverse malattie. Mangiare la cipolla rossa fa bene perché aiuta a prevenire gli infarti e l’invecchiamento cellulare, mantiene bassi i valori del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue, stimola la digestione e il metabolismo.

red onion

Le sue speciali qualità la rendono anche un antibatterico naturale, perfetta per chi ha problemi di ipertensione, obesità, reumatismi, artrosi, gotta e malattie renali. Ha una bassissima quantità di calorie, ricca di vitamina C ed E, ferro, selenio, iodio, zinco e magnesio. Questi e molti altri i buoni motivi per mangiarla: cruda, cotta, soffritta e preparata in tante altre buonissime specialità come la marmellata che la rendono perfetta per accompagnare tante pietanze salate, dall’accostamento con i formaggi fino alla carne. Molto bene si sposa anche sulla pizza, sia come condimento con le patate sia come condimento con i fichi e formaggio caprino. Ma anche nei primi piatti si sposa bene con le olive nere e foglie di basilico fresco, mentre nelle omelette si può abbinare a formaggio filante. Un’altra preparazione che io amo molto è il suo impiego in una ricetta esotica, ovvero il chutney di mango e Habanero Orange in accompagnamento alle capesante grigliate.