la penisola delle Eccellenze

Di Saula Giusto

Il 16.09 scorso si è tenuta la “Premiazione dei Vini Italiani medagliati al Concours Mondial de Bruxelles e al Concours Mondial du Sauvignon”, presso l’affascinante hotel a 4 stelle Boscolo Circo Massimo, un luogo ricco di storia e mito, ove si narra fosse ubicato il Lupercale in cui Romolo e Remo, mitologici fondatori di Roma, vennero allattati dalla Lupa.

Il Concours Mondial de Bruxelles

Per chi non lo conoscesse, Il Concours Mondial de Bruxelles è un prestigioso concorso internazionale, durante il quale oltre 10.000 vini, provenienti da tutto il mondo, sono degustati e valutati da una giuria di professionisti. Degustatori esperti, anch’essi provenienti da più nazioni, degustano i vini in concorso per individuare vini di oggettiva, indipendentemente dall’etichetta e dal prestigio della denominazione.

Nonostante la pandemia la 28ª edizione del Concours Mondial de Bruxelles si è svolta come previsto, ma con un programma nuovo, in ottemperanza delle norme anti Covid vigenti: 9 giorni e 300 giudici internazionali che hanno degustato a turno i vini in competizione. Hanno partecipato al concorso 10 000 vini provenienti da 46 paesi produttori. Il concorso si è svolto nella città di Lussemburgo dal 18 al 26 giugno.

Diverse medaglie sono state attribuite a vini di 40 paesi: la Francia (a cui sono state attribuite 672 medaglie), seguita dalla Spagna (507), dall’Italia (389) e dal Portogallo (335).

All’Italia, nel dettaglio, sono state assegnate 7 medaglie Grande Oro, 103 medaglie d’Oro e 279 medaglie d’Argento.

Masterclass sui vini dell’emisfero sud del mondo