Cortina d'Ampezzo

Cortina da vivere e da amare: per gli appassionati di sport estremi ecco la montagna più bella

Autore

La vacanza a Cortina comincia con un’app, anzi due. Si tratta di FatMap e Outdooractive, che mettono a disposizione percorsi di bicicletta, corsa a piedi e arrampicatta (e d’inverno sci, sci alpinismo), con tanto di geolocalizzazione, dettagli dei sentieri, segnalazioni di altri escursionisti e mappe.

Itinerari segnalati come “da non perdere” sul sito cortina.dolomiti.org, con tutte le informazioni su lunghezza, dislivello, durata, difficoltà e la possibilità, cliccando l’icona “aeroplano”, di fare un volo 3D sui percorsi per vederli dall’alto.

Strumenti preziosi, quest’anno più che mai, con il trekking che la fa decisamente da padrone dell’estate ampezzana.

A cominciare dal Cortina Dolomiti Ultra Trekking, ambizioso programma lanciato in collaborazione con le Guide Alpine Cortina e con il patrocinio della Fondazione Dolomiti Unesco.

Un’escursione di 7 giorni e 6 notti, con una lunghezza complessiva di 132 chilometri e oltre 6700 metri di dislivello, lungo un percorso ad anello che tocca luoghi iconici tra Auronzo, Colle Santa Lucia, Dobbiaco e San Vito di Cadore e che prevede pernottamenti presso i rifugi Ospitale, Città di Carpi, Lavaredo, Malga Ra Stua, Col Gallina, Croda da Lago.

Per un’escursione in giornata si può ovviamente fare solo la prima tappa, da Cortina a Rifugio Son Forca, tra le preferite dagli habitué.

Il Gruppo Guide Alpine di Cortina propone inoltre alcuni fine settimana multisport (6-9 e 27-30 agosto) con una combinazione di percorsi in e-bike, ferrate e scalate che permette di raggiungere le cime più famose della meravigliosa conca. 

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere

powered by Advanced iFrame free. Get the Pro version on CodeCanyon.