RUBRICHE

Cortina: paradiso degli sciatori. Scopriamo i segreti della cima della Tofana

La funivia Col Drusciè porta gli sciatori fuori dal centro di Cortina e sale in cresta. Chi è alla ricerca di una rapida ‘scottatura’ anticipata prenderà la seconda parte della funivia fino alla zona di Ra Valles e le alte discese e la buona neve in questa mini-area sotto la cima della Tofana.

Ci sono tre brevi seggiovie fino a Ra Valles con una selezione di piste blu e rosse abbastanza semplici ma divertenti sopra il limite degli alberi, oltre a un ristorante di montagna con una splendida vista sull’area di Faloria e sulla città sottostante.

Una volta che gli sciatori si sono riscaldati, possono affrontare la pista nera che scende nella zona principale inferiore su questo lato della valle.

Chi cerca un’altra sfida la troverà nelle forme della seggiovia Duca d’Aosta e della sedia Pomedes sopra di essa. Questi impianti offrono l’accesso alle piste dove si svolgono le gare di Coppa del Mondo nelle discipline di velocità, con la famosa pista Olympia che si dirige tra le due pareti rocciose mentre scende accanto alla seggiovia.

Un’altra pista impegnativa nella stessa zona è una pista nera che è stata volutamente lasciata senza pista, come dicono i cartelli in italiano, in condizioni “storiche” (in altre parole, prima delle macchine per la toelettatura). Si scorge a destra della seggiovia Duca d’Aosta.

Coloro che non cercano piste nere troveranno alcuni rossi interessanti nella stessa area trafficata.

Chi cerca sollievo per le cosce stanche dopo quelle piste lo troverà nelle zone di Pocol e Socrepes. Si tratta di un insieme di cinque seggiovie su piste pianeggianti e lusinghiere tra gli alberi e che scendono fino alla strada che sale al Passo Falzarego.

L’area di Pocol è perfetta per ogni sciatore di livello intermedio che vuole rafforzare la propria sicurezza. Le piste sono larghe senza troppe sorprese e permettono agli sciatori di concentrarsi sulla propria tecnica piuttosto che preoccuparsi degli altri che li circondano.

I parcheggi Pocol offrono anche la possibilità di prendere lo skibus fino al comprensorio sciistico di Falzarego o tornare alla stazione.

In alternativa è possibile risalire con gli sci alla funivia Col Drusciè. Gli sciatori in zona Pocol dovranno salire con la seggiovia Tofana Express fino alla base della seggiovia Duca d’Aosta. Da lì un sentiero/pista azzurro, a tratti piuttosto stretto, riconduce alla base della seggiovia Colfiere e poi attraverso diverse strade e infine su un ponte di legno fino al parcheggio della funivia. In condizioni di traffico intenso e quando la pista è ghiacciata, questa pista di Stries sarebbe notevolmente più dura della sua classificazione blu e gli sciatori nervosi potrebbero preferire prendere l’autobus per tornare in città da Pocol.

POTREBBE INTERESSARTI