Cortina d'Ampezzo

Cortina: tutto pronto per la stagione invernale 2022-2023

Autore

Cortina Skiworld è il termine con cui si identifica tutto il complesso sciistico-turistico di Cortina, patria delle prossime Olimpiadi Invernali.

Oltre l’efficienza dei servizi, piste di ogni genere, adatte alle diverse esigenze dell’utenza, una natura meravigliosa e unica al mondo, Cortina Skiworld ha un valore aggiunto nella bellezza senza confronti del panorama che offre da ogni visuale la si voglia ammirare.

Uno sguardo sulle Dolomiti che si presentano come un dono della natura, il turismo trae vantaggio dalla realtà composita e diversificata che Cortina reca in sé come carattere identitario, ogni area dispone di diversi rifugi in cui la qualità dei cibi da gustare e il confort sono assicurati.

La Ski Area Tofana-Pocol ha scritto la storia dello sci, le sue piste più celebri sono l’Olimpia delle Tofane, la pista A del Col Druscié e la Vertigine.

I rifugi da segnalare in quest’area spaziano dal Masi Wine Bar al Drusciè, da cui si gode un paesaggio meraviglioso in tutte le stagioni, con le Tofane, il Monte Cristallo e la valle Cortinese sullo sfondo, al Rifugio Col Druscié posto a 1.778 metri, dotato di un ristorante in grado di soddisfare anche le richieste di vegetariani, vegani e celiaci, al Rifugio Capanna Ra Valles, terrazza panoramica a 2.475 metri con la pizzeria tra le più alte delle Dolomiti.

La Ski Area Faloria-Cristallo, una delle preferite dagli sciatori, ofre 30 km di piste e tra le discese più belle c’è la pista Vitelli che parte dal centro di Cortina; tra i Rifugi dell’Area, il Son Forca si erge a 2.235 metri e si distingue per l’ottima cucina di montagna. Il Faloria e la Capanna Tondi, entrambi rifugi posti sopra i 2000 metri, ogfrono ai turisti cucina tipica straordinaria.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere