Faraona a tavola: torna d’autore la selvaggina nella cucina italiana

Autore

Le tradizioni non smentiscono se stesse, il passato può in alcune epoche sembrare dimenticato, ma poi riemerge in modo straordinario, colpendo d’improvviso anche quelle nuove generazioni che non erano affatto a conoscenza di determinati patrimoni dellla nostra Italia da Vivere.

Nello specifico, ecco che nella cucina italiana torna con forza ad emergere un vecchio amore, soprattutto del Centro Nord, con Toscana e Piemonte che con i loro piatti straordinari la fanno da padrone.

Ecco la selvaggina, ecco le carni dai sapori forti, dall’intenso gusto di terra. Ecco i prodotti straordinari che raccontano dell’Italia di una volta, delle trattorie di campagna, delle tavolate dove abbondavano materie prime d’eccezione.

La Faraona racconta tutto questo: un po’ pollo selvatico, se vogliamo un po’ gallina, poca carne ma dal sapore unico. Non si butta via nulla. Perché è doveroso usare le ossa, il busto, le ali, per brodi meravigliosi indimenticabili.

Con il petto e le coscette poi nascono sughi per primi piatti spettacolari, ma nella cucina moderna anche paste ripiene, dove gli chef disegnano tortellini e cappellacci della scuola emiliana, nonché plin della scuola piemontese, ripieni di questa carne meravigliosa e dove il sugo nasce proprio con la parte più buona, gli avanzi.

Da non dimenticare poi i fegatini, splendidi con un pane fatto in casa e una cipolla stufata.

E se ci venisse voglia di una meravigliosa cacciatora? Qui regna sovrano il pomodoro, le erbe più buone e una carne, la faraona, che ricorda le tavolate di campagna di una Italia tutta da vivere.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere

powered by Advanced iFrame free. Get the Pro version on CodeCanyon.