RUBRICHE

Firenze e il suo volto nazional popolare: riscoprila con i bed&breakfast, le passeggiate nei mercati e le cene nelle taverne

La nuova frontiera sono i bed&breakfast. Di charme, arredati con cura del dettaglio, centralissimi e a un costo abbordabile.

Si va da BBH Firenze (bedirenze. com – via del Porcellana 14 nero), solo quattro camere ma calde e accoglienti, alle cinque camere del 3B Bed&Breakfast. Se si desidera una soluzione speciale, da non lasciarsi sfuggire un soggiorno all’Hotel AdAstra, (via Del Campuccio, 53 – adastraolorence.com), oppure presso la struttura “sorella” SoprArno Suites: tredici stanze arredate ognuna con pezzi originali in un palazzo del XVI secolo del quartiere di Santo Spirito (via Maggio, 35 – soprarnosuites.com).

La Toscana è terra di vini e di sapori, e non si può visitare Firenze senza tappe enogastronomiche. Mercato Centrale è ormai entrato nelle abitudini dei frequentatori della città, al primo piano del Mercato di San Lorenzo (via dell’Ariento), è un luogo speciale dove gustare specialità culinarie, dagli hamburger di chianina al lampredotto.

Aperta da solo un anno, l’enoteca Vigna Nuova (via dei Federighi, 3/R – enotecavignanuova.it) ha già conquistato i cuori e i palati degli avventori più esigenti, grazie alla guida esperta della sua sommelier, Valentina; Gurdulù, ristorante e cocktail bar nel quartiere Santo Spirito (via delle Caldaie 12R – gurdulu.com); Osteria del Pavone unisce tradizione e innovazione culinaria (via del Pavone – osteriadelpavone.it); Vini e Vecchi Sapori, trattoria tipica a conduzione familiare con pochissimi tavoli ma un ottimo menù (via dei Magazzini 3r – vinievecchisapori.it). Infine, per concludere la serata (o inaugurarla) un giro al Gesto per cocktail e tapas, oppure a Le Volpi e l’Uva in Santo Spirito, enoteca la cui mission è “vino per tutti”. 

POTREBBE INTERESSARTI