la penisola delle Eccellenze

Il Gateau di patate detto anche Gattò di patate, è uno sformato rustico molto saporito, realizzato con impasto a base di patate lesse schiacciate e mescolate con uova, latte e formaggio, a cui vengono aggiunti prosciutto cotto e provola affumicata; una volta trasferito il composto in teglia e spolverato con pangrattato e burro, il Gateau di patate va cotto in forno. Il gusto è meraviglioso: consistenza morbida e filante avvolta da una crosticina dorata e croccante! Un piatto unico irresistibile e succulento!

Quella che vi proponiamo è la Ricetta originale napoletana. Si tratta di un piatto molto antico, che nasce a Napoli verso la fine del Settecento, all’epoca di Ferdinando I di Borbone.

Sua moglie Maria Carolina adorava la cucina francese e spesso affidava la sua cucina ai cuochi francesi. Piano piano i napoletani trasformarono la ricetta adattandola alle prelibatezze del territorio, sostituirono il groviera con il fiordilatte e i salumi al prosciutto cotto.

E ben presto anche il termine “gateau di patate” venne sostituito al più dialettale “gattò di patate”. Ne esiste anche una versione siciliana che prevede l’aggiunta di ragù al centro. Semplicissimo da preparare, il Gateau di patate è una di quelle ricette che si realizza ad occhi chiusi, mescolando tutti gli ingredienti in ciotola e dal successo sempre garantito, senza sorprese!

Se non avete la provola affumicata, potete sostituirla con fior di latte oppure scamorza. e al prosciutto cotto a dadini, potete sostituire quello in fette! Il bello di questo piatto è che potete potete preparare il vostro Gateau di patate con largo anticipo e conservarlo in frigo sia crudo, già assemblato in teglia pronto da cuocere, sia già cotto. Il giorno dopo, riscaldato in forno o al microonde è ancora più buono!

Di solito viene servito come piatto unico, ma nulla vi vieta di presentarlo come secondo piatto. Perfetto inoltre per arricchire un buffet salato, in previsioni di party e feste, basterà scaldarlo all’ultimo momento, tagliarlo a spicchi o a quadrotti, infilzarli di stuzzicadenti o bandierine e il gioco è fatto. Squisito anche freddo, in previsione di gite fuori porta, diventerà il pranzo a sacco perfetto.