Faggeto secolare - Abruzzo, Italy

Gli alberi secolari: quante storie nella nostra Italia da Vivere

Autore

Se potessero parlare racconterebbero le storie di uomini e donne. Se avessero gli occhi e la bocca potrebbero dire di avere visto epoche che altri non hanno visto. L’Italia da Vivere degli alberi secolari è un mondo tutto da raccontare, intriso di curiosità.

Il Castagno dei Cento Cavalli si trova in Sicilia, a Sant’Alfio in provincia di Catania e più precisamente all’interno del cosiddetto Parco dell’Etna. In siciliano è noto come U Castagnu di li Centu Cavaddi ed è un albero che ha migliaia di anni e che per la sua grande importanza storica si trova anche impresso sullo stemma del Comune. Il nome di questo enorme castagno è molto suggestivo e trae origine da una leggenda molto amata alle pendici dell’Etna. Sembra, infatti, che durante un temporale fortissimo, Giovanna d’Aragona riparò sotto gli enormi rami di castagno ben cento cavalieri. Esperti botanici hanno esaminato negli anni questo castagno e gli attribuiscono circa 4.000 anni. Secondo la tesi di molti di essi, il Castagno dei Cento Cavalieri è tra gli alberi monumentali quello più vecchio d’Europa. Nel 2008 l’albero ha ottenuto un grande riconoscimento dall’Unesco che l’ha proclamato messaggero della pace.

S’Ozzastru è, tra gli alberi monumentali d’Italia, il re degli ulivi in assoluto, specialmente nella sua terra d’origine, ovvero la Sardegna. Si tratta di un ulivo che ha migliaia di anni e che si trova precisamente in località Santo Baltolu di Carana, a Luras in prossimità di quella che era la vecchia provincia di Sassari. Suggestiva per i molti visitatori che attrae annualmente è la sua collocazione, direttamente sul Lago Liscia. S’Ozzastru si trova all’interno di un parco a Luras ed è lì che è possibile fargli visita. Giunti davanti a lui la prima sensazione che si ha è di sentirsi piccoli piccoli. La sua circonferenza è, infatti, di una ventina di metri, è alto quasi 15 metri e occupa una superficie di diversi metri quadrati. Non a caso, è tra gli ulivi che maggiormente vengono fotografati in Italia. Secondo alcuni botanici ha tra 3.000 e 4.000 anni, quindi è tra gli ulivi più antichi del Vecchio Continente.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere