Gli antichi liquori dei monaci benedettini: incredibile patrimonio italiano

Italian finocchietto

Secondo un’antica leggenda una goccia di smeraldo sgorgava da una delle colonne del Tempio di Cibele, proprio lì dove intorno al 1100 sorse l’Abbazia di Montevergine, in Irpinia. Accadeva che un giovane pastore irpino raccogliesse queste gocce per portarle a coloro che erano tristi e sfiduciati. Negli anni a seguire i monaci del’ordine di S. Benedetto notarono che lo stillare era opera di alcune erbe cresciute al sommo della colonna. Studiata la loro composizione riuscirono a riprodurre la leggendaria goccia di smeraldo e la chiamarono Antehemis… È grazie a queste piante profumate e curative e alla sapiente manipolazione degli zuccheri che i Monaci Benedettini danno vita ai liquori della tradizione. La fervida e odorosa natura sposa oggi come prima il lavoro e la preghiera degli uomini per dare gioia ai palati degli intenditori e agli animi più tristi.

L’Anthemis è un nettare dalle origini antiche frutto della secolare ricerca e tradizione benedettina.

Alcoholic Green Absinth Apertif

Dal sapore gustoso e forte, dall’aroma gradevole ed inconfondibile, il prezioso liquore dell’Abbazia di Montevergine nasce  da un piccolo fiore profumato, l’Anthemis, che si trova sulle sommità del Paternio, le cui essenze sono sapientemente scelte e dosate secondo l’ insegnamento monastico.

La leggenda narra che l’Anthemis sia la naturale evoluzione di una goccia di smeraldo che sgorgava da una delle colonne del Tempio di Cibale, proprio lì dove intorno al 1100 sorse l’Abbazia di Montevergine. Un giorno un giovane pastore irpino raccolse queste gocce per portarle a coloro che erano tristi e sfiduciati. La pozione diede gioia e serenità ai bisognosi divenendo un simbolo per la comunità di fedeli.

In realtà i monaci dell’Ordine di San Benedetto notarono che lo stillare di queste gocce era opera di alcune erbe cresciute al sommo della colonna. Studiata la loro composizione riuscirono a riprodurre la leggendaria goccia di smeraldo e la chiamarono Anthemis.

È grazie a queste piante profumate e alla sapiente manipolazione degli zuccheri che i Monaci benedettini danno vita ai liquori della tradizione. Un nettare famosissimo che dà gioia ai palati degli intenditori e agli animi dei più tristi.

Potrebbe interessarti

Trail In The Forest

Alle pendici del Monte Catria, Cantiano sorge attorno alle due rocche: Colmatrano, sulla cui

L’Italia possiede una delle reti sentieristiche più estese d’europa e la Ligura è la

Sicilia Avocado è un brand siciliano attivo nella produzione di avocado e frutta subtropicale d’eccellenza che

A crearne il mito furono letterati, industriali e nobili. Poi sono arrivati i magnati

La scoperta di Ercolano avvenne per caso nel 1709. Un operaio di Resina, perforando

Coast of Salento at Gallipoli, Apulia, Italy

Le vacanze a Marina di Ugento significano acque color zaffiro, alcuni dei cibi più gustosi

Bellezza, stile, eleganza, sono solo alcuni dei concetti alla base della filosofia degli outlet

La  Piazza del Plebiscito  è uno dei luoghi più eleganti di Napoli e ospita un gran

The sanctuary and the beach in Tindari, Sicily

Una località dalla bellezza incredibile che sorge su uno dei promontori più suggestivi d’Italia.

Piazza San Carlo, Turin, Italy

Piazze del mercato, del Duomo, del Castello, della Repubblica o del Municipio. Fin dall’antichità

TRANSLATE
error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici anche nei social dove da questo anno condividiamo storie, video, esperienze italiane di imprese e persone che amano e vogliono vivere questa meravigliosa penisola, contribuendo con informazioni utili.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Abbonati a Italia da Vivere e resta sempre aggiornato.