RUBRICHE

Icaro Hotel: ieri baita di montagna, oggi hotel di lusso

Godersi la natura di una località meravigliosa, unica al mondo. E avere la possibilità di poterlo fare in una struttura storica, che prima era un rifugio di montagna e che oggi invece è diventato un albergo di lusso dove vivere emozioni incredibili.

Noi italiani eccelliamo, si sa, in quelle strutture di ricezione turistica dove il cliente si sente a casa. Non si tratta solo di lusso ma di serenità, di coccole, di qualità vera, di classe, di efficienza.

Parliamo di Icaro Hotel, a Castelrotto, Bolzano.

A 1.900 metri sul livello del mare, sull’altopiano altoatesino dell’Alpe di Siusi, parte del patrimonio naturale Unesco delle Dolomiti, ecco un hotel che negli anni ’30 nasce come una modesta baita di montagna.

Oggi, dopo un rinnovamento a opera di MoDusArchitects, la struttura ha rivisitato anche la sua identità. Tra i molteplici interventi, l’ampliamento del parcheggio interrato, un edificio di alloggi per il personale, una nuova ala con otto camere, la riorganizzazione di tutti gli spazi comuni, inclusa l’area wellness con piscina, e un’imponente loggia di colonne lignee che si distende sulla facciata principale rapportandosi con lo scenario dolomitico mozzaiato.

Tanta cura anche nella selezione e messa in mostra di piccoli tesori e nel programma di mostre organizzate in occasione della riapertura di Icaro Hotel, a cura dell’artista Hubert Kostner, che ha invitato altri artisti locali a esporre le loro opere al pubblico di viaggiatori cosmopoliti.

A essere ridisegnata anche una porzione della zona relax, tra la sauna esistente nella cabina esterna e la nuova piscina, al ine di ofrire un’esperienza più privata agli ospiti dell’hotel.

POTREBBE INTERESSARTI