la penisola delle Eccellenze

Il mare vero nel panino, il mare della Puglia, non un mare qualunque: prodotti straordinari, un grande progetto marketing, investimenti importanti con alla base un gruppo finanziario solido, che è partito dalla bellissima località di Polignano a Mare e ora ha aperto sedi ovunque, Milano, Roma, Napoli, Bologna, conquistando i palati del pubblico più giovane, cambiando finalmente il concetto di panino in Italia, con concetti come mare vero, genuinità, sapori del sud. Tutto questo è Pescaria, un concept di cucina che potrebbe presto puntare a portare il mare italiano nel mondo. Non è un caso che tra i soci, tra le colonne portanti del progetto, ci siano un imprenditore del settore ittico, uno chef talentuoso e un marketing manager com una forte società alle spalle e con esperienza nel settore pubblicitario e nella creazione di brand. Pescaria, ascoltando i pareri della media delle persone che assaggiano i panini, conquista per semplicità e genuinità. E poi sono stati i primi, il primo panino di mare italiano, alternativo al solito hamburger lo hanno creato loro e questo in termini di successo sta pagando. Pescaria è nata nel cuore della provincia barese: il primo store è stato inaugurato a Polignano a Mare nel 2015 grazie a Bartolo L’Abbate, storico commerciante ittico che ha trasformato la sua passione per il mare in una scelta di vita, all’estro dello chef Lucio Mele (Bib Gourmand nel 2012 a soli 32 anni) e grazie al lavoro creativo dell’agenzia di marketing Brainpull guidata da Domingo Iudice (co-fondatore di Pescaria, tra i 100 direttori marketing italiani di successo secondo Forbes). Nel 2016 è stata inaugurata la prima sede di Pescaria a Milano in via Bonnet, nel 2018 è arrivato il secondo store in via Solari e nel 2019 quello di Torino, in una location esclusiva su due piani in Piazza Carignano, poi Roma, Milano e Bologna.