la penisola delle Eccellenze

“Sorrisi!”
“Sorrisi per tutti!”

Il mercato stamattina, più che essersi svegliato presto prestissimo, sembra aver trascorso una notte insonne.

Gente cupa, sguardi bassi…mani aperte lasciate a penzolare lungo le cosce.

Persino le nonne, che in genere dalla prima all’ultima bancarella impiegano tanto quanto un “vado a Dubai e torno”, con il loro non calcolabili pit stop, perse nei loro discorsi “Hai saputo di Carmela?” “Che ha fatto?” “È diventata zia!” “Uh, che mi dici!”…oggi non si accorgono nemmeno di zia Mariuccia che a sua volta davanti a sé vede solo asfalto…

I bambini…oggi invece di
“Fermo Filippo! Non tirare!” sono un “Dai tesoro, andiamo” “non mi va”.

Dov’è quell’allegria che corri al mercato per trovare?

Dove sono finite tutte le voci?

Che fine ha fatto il “Venghino Siori Venghino!” del signor Carmelo, gridato così forte che se ci tieni al tuo udito devi proteggerti le orecchie?

Io voglio le mani tra le montagne di vestiti.

Voglio sentire il
“ho comprato questo scialle di seta pura a €2…un affare!”

Io voglio il mercato allegramente rumoroso!

Voglio i sorrisi!

Improvvisamente…

“Sorrisi!”
“Sorrisi freschi!”
“Venghino siori, Venghino!”

Per un nano secondo il tempo si ferma.

Tutti guardano tutti cercando di capire, di ricevere risposta al mimato
“ma chi è?”
“da dove viene?”

Le orecchie suggeriscono di dirigersi verso il centro del mercato.

I piedi senti che si alternano frettolosamente.

I bambini tornano a tirare, a strattonare, incuriositi da

“Sorrisi!”
“Sorrisi freschi!”

Che tipa la Sora Bebba!!!😂

Se ne sta lì, ferma, immobile, al centro del mercato.

Grida “Sorrisi!”

Nonne, mamme, papà, venditori ambulanti, bambini…
Tutti che corrono, accorrono e si ritrovano lei,

La Sora Bebba.

Ferma, immobile, al centro del mercato che grida:

“Sorrisi!”

Nessuna bancarella, nessun “tutto a €0,50”

La Sora Bebba non vende nulla.

Regala sorrisi.

Sorrisi freschi.

E tante, tante risate.

Per tutti.

Adesso sì.
Il mercato si è svegliato.

Posso continuare il mio giro.

Condividi articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Potrebbe interessarti