still life with Retro old TV.

Il sogno di Pietrangelo Gregorio e la prima tv libera italiana

Autore

Pietrangelo Gregorio aveva un grande sogno: creare la prima tv libera italiana. E ci è davvero riuscito. Un uomo straordinario, geniale, lungimirante, che seppe pensare e ragionare come nessuno sapeva fare ai suoi tempi. Oggi la tv privata nazionale gli deve molto, anzi forse tutto. Senza le sue idee forse molte cose sarebbero diverse. Ed è per questo che vogliamo parlare di lui come un personaggio incredibile, come un’eccellenza della nostra Italia da Vivere. Pietrangelo Gregorio è certamente un nome che per molti anni ha detto poco o nulla ai più, ma è grazie a Pietrangelo Gregorio che abbiamo appunto oggi la televisione libera italiana. Gregorio, classe 1928, morto il 7 gennaio 2019 a novant’anni, fu il precursore delle emittenti private con Telediffusione Italiana Telenapoli, TV via cavo nata a Napoli l’antivigilia di Natale del 1966. Nel 1971 Telediffusione diventa la prima emittente televisiva italiana a produrre ed irradiare trasmissioni a colori. Viene ripreso a colori l’intero Cantagiro. Gregorio fu premiato dal sindaco di Napoli per la sua inventiva. L’epopea di Canale 21, storica tv privata napoletana – Gregorio fu tra i fondatori di Canale 21, altra storica emittente televisiva. Volto noto e amato dal pubblico napoletano, ha condotto per oltre mille puntate una trasmissione aperta alle telefonate dei cittadini, ‘Filo diretto’. Inventore e detentore di vari brevetti nel settore delle telecomunicazioni, prima di lasciarci aveva anche ricevuto dal sindaco Luigi de Magistris la medaglia della città in occasione dei suoi 90 anni.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere

powered by Advanced iFrame free. Get the Pro version on CodeCanyon.