RUBRICHE

Servizi

Il Verdicchio dei Castelli di Jesi è il vino bianco più buono al mondo

Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2019 di Bucci è il vino bianco più buono del mondo. È questo il responso della prestigiosa rivista Wine Enthusiast che lo inserisce al secondo posto nella top 100 (a trionfare è il Château Siran 2018 Margaux). Primo tra i diciotto vini italiani, ha stupito «per i seducenti aromi di macchia mediterranea, fiori gialli primaverili, eucalipto e agrumi. Il delizioso palato offre sentori di succosa pesca gialla, finocchio, mandorla bianca e un accenno di pompelmo insieme a un’acidità piccante. Una nota minerale e salina aggiunge profondità. Assolutamente fenomenale». Altri due i vini italiani presenti nella top 10: il G D Vajra Ravera (Barolo), che si piazza al quinto posto, e il Collosorbo 2016 Brunello di Montalcino, al settimo.

Tornando al Verdicchio, si abbina bene con i primi piatti a base di pesce e verdure. Come risotto alla pescatora, pasta con vongole e zucchine, risotto gamberi e asparagi, fettuccine al tartufo e pasta al pesto genovese. Il Verdicchio Classico Riserva o il Verdicchio Classico Superiore possono accompagnare meglio delle fettuccine al pesto genovese perché sono affinati più a lungo e hanno un maggiore grado alcolico e quindi supportano meglio la succulenza della pietanza.

Con gli spaghetti alle vongole, più delicati rispetto alla pasta al pesto, può andare più che bene un Verdicchio di Jesi anche classico.

POTREBBE INTERESSARTI