RUBRICHE

Italiani popolo di poeti, santi, navigatori…e sportivi

Si registra sempre maggiore appeal nei confronti della corsa, sport che esercita nel nostro Paese un grande fascino, su appassionati di ogni età e di ogni livello: basti pensare ai dati consolidati dello scorso anno, quando solo a New York hanno corso circa 3.000 italiani mentre, considerando tutte le maratone disputate nel 2018, il numero complessivo ammonta a quasi 40.000 persone.

Del resto è evidente anche all’occhio meno attento: donne e uomini che corrono per le strade e nei parchi delle nostre città sono ormai un elemento costitutivo del paesaggio urbano.

Già, perché gli italiani, ormai da diversi anni a questa parte, hanno scoperto la bellezza di dedicarsi alla corsa, uno sport che, rispetto a tutti gli altri, ha una facilità di approccio inimitabile. A partire dall’attrezzatura: per poter correre ed evitare infortuni, l’unico strumento tecnico veramente indispensabile è un buon paio di scarpe da running, da scegliere con accuratezza.

Tutto questo va fatto in funzione delle proprie caratteristiche fisiche, come altezza, peso e appoggio del piede sul terreno.

Trovarle non è così diicile: sono molto diffusi ovunque negozi specializzati dove farsi consigliare bene.

Se poi la corsa la si vuole godere al meglio sia col caldo che col freddo, diventano utili i tessuti tecnici che fanno evaporare velocemente il sudore l’estate e quelli che, al contrario, evitano l’eccessiva dispersione del calore corporeo d’inverno.

E se una bella corsa in compagnia è divertente e sicuramente meno faticosa, anche l’uscita da soli ha il suo fascino: aiuta a distendersi mentalmente, dare ordine alle proprie idee e averne di originali.

POTREBBE INTERESSARTI