Italo Evo: da 2017 viaggiamo sul treno più moderno d’Europa in termini di sostenibilità

Autore

E’ entrato in servizio nel mese di dicembre del 2017 il progetto Italo EVO, il treno più moderno d’Europa in termini di sostenibilità, comfort e aerodinamicità. Dopo la presentazione della prima carrozza, a pochi giorni da Natale 2016, nella fabbrica Alstom di Savigliano, in provincia di Cuneo, ora all’Expo Ferroviaria che si è tenuta alla Fiera di Milano, è stato svelato il primo convoglio completo dei 12 che sono entrati in esercizio nei mesi successivi.

Sette carrozze invece delle 11 degli AGV (non è prevista la Carrozza Cinema), ma può comunque ospitare fino a 480 passeggeri nei tre Ambienti: Club, Prima e Smart.

Il treno può viaggiare alla velocità di 250 km orari ed è lungo 187 metri, compatibile con le recentissime Specifiche Tecniche di Interoperabilità (TSI) 2014, condizioni e norme comuni stabilite dall’Unione Europea.

Esternamente Italo EVO è contraddistinto dal suo inconfondibile rosso rubino, con il classico leprotto dorato sulla fiancata, e dal muso avveniristico, concepito per garantire, oltre a un bellissimo efetto scenico, anche un’elevata protezione al conducente in caso di impatto e migliori prestazioni.

Aerodinamico dunque ma anche confortevole e soprattutto sostenibile. 

Il treno è “verde”, costruito con materiali riciclabili ed è progettato secondo criteri di eco-sostenibilità per assicurare ridotte emissioni in atmosfera di CO2. Il sistema di trazione distribuita aumenta l’efficienza e rigenera energia in frenata. Viaggiaalla velocità di 250 km/h,  è lungo 187 metri, composto di sette carrozze è ospiterà 472 passeggeri. Il treno è compatibile con le recentissime Specifiche Tecniche di Interoperabilità (TSI[1]) 2014, condizioni e norme comuni stabilite dall’Unione Europea.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!