RUBRICHE

La periferia di Milano rinasce con il progetto Symbiosys

Per una volta, Milano come Roma. E l’architettura come strumento per cambiare le città non solo nello skyline, ma anche nella fruizione e in grado di ridare linfa vitale a zone dimenticate. Così la sede della Fondazione Prada, nel quartiere post-industriale Romana-Vettabbia, e il nuovo Centro Congressi firmato Fuksas, in zona Eur, hanno, seppur in modo diverso, il privilegio e il compito di essere motori del cambiamento.

Dopo Porta Nuova e City Life è oggi la periferia sud di Milano, zona di binari e fabbriche dismesse a ridosso dello scalo ferroviario di Porta Romana, a essere in procinto di trasformarsi in modo definitivo. Alcuni interventi sono già stati realizzati o lo saranno presto. Come il progetto Symbiosys, che prevede la riqualificazione di oltre 100mila metri quadri, con il nuovo quartier generale di Fastweb. L’area, tra l’altro, si appresta a diventare un distretto “intelligente” grazie a #SharingCities, progetto che coinvolge anche Londra e Lisbona e che farà del quartiere un autentico laboratorio di innovazione.

A dare il “la” è stata proprio la Fondazione Prada, inaugurata nel 2014 in largo Isarco. Un progetto raffinato quanto poco appariscente, fatta eccezione per la Haunted House, la Casa degli Spiriti, interamente ricoperta d’oro, ironica più che sfrontata, e già icona. Nei quasi 19mila metri quadri dell’area, lo studio OMA dell’olandese Rem Koolhaas ha saputo interpretare al meglio lo spirito della città. Sette edifici sono stati recuperati, tre sono invece nuovi: uno spazio espositivo per mostre temporanee, un cinema, una torre bianca che sarà inaugurata a breve, dove troverà sistemazione la collezione permanente della Fondazione.

E una chicca, il Bar Luce, progettato dal regista americano Wes Anderson, citazione dei bar milanesi degli anni Cinquanta, con una tappezzeria che riproduce la Galleria Vittorio Emanuele. Dove la Fondazione ha di recente inaugurato l’Osservatorio, nuovo spazio dedicato alla fotografia che guarda il cielo sopra l’Ottagono.

POTREBBE INTERESSARTI