RUBRICHE

Servizi

La storia e le curiosità della pasta alla papalina, la “cugina” della carbonara

La pasta alla papalina è una ricetta di pasta cremosa di Roma intitolata a Papa Pio XII, che ne fu l’ispirazione dietro l’invenzione. Solitamente a base di fettuccine, questo piatto è semplicissimo da preparare e un ottimo modo per consumare il prosciutto avanzato!

Gli italiani amano parlare di cibo e spesso si discute molto su quali dovrebbero essere gli ingredienti autentici di alcune ricette tradizionali. Tra i tanti dibattiti enogastronomici, uno comune riguarda uno dei gioielli della pasta romana, le fettuccine alla papalina.

Si discute su quale formaggio usare, pecorino romano o parmigiano? Quale tipo di prosciutto, prosciutto crudo o cotto? Usi la crema o no? Aggiungere i piselli o non i piselli? Per capire il perché di tutte queste domande, è bene conoscere la storia di questo piatto relativamente moderno. In poche parole, ‘alla papalina’ significa ‘del Papa’. Ma in realtà la parola ‘papalina’ si riferisce allo zucchetto del papa! Il Papa in questione era Eugenio Pacelli detto Pio XII.

Eugenio Pacelli divenne Papa Pio XII nel 1939. Ci sono diverse versioni di questa storia. Ma uno è che quando era ancora cardinale, Eugenio Pacelli consumava i suoi pasti al ristorante La Cisterna di Roma. Un giorno chiese allo chef di preparargli un piatto di pasta diverso dal solito, che rispettasse la tradizione culinaria romana ma fosse meno grasso e più digeribile di altre ricette tradizionali.

Il problema principale di questa storia è che se è successo prima della guerra, allora la convinzione che la carbonara sia stata inventata per i soldati americani quando hanno occupato Roma è falsa! Altre storie fanno risalire l’invenzione della pasta alla papalina agli anni ’50, quando Eugenio Pacelli era papa Pio XII. Lo chef in questione allora era lo chef del vaticano!

A quanto pare, lo chef ha poi creato questa pasta alla papalina a base di ‘ alla carbonara ‘. Ha sostituito la pasta di semola con la pasta all’uovo, il guanciale al prosciutto, il pecorino romano al Parmigiano e ha aggiunto la cipolla saltata e cotta nel burro. Tuttavia, le uova crude sbattute nella carbonara sono rimaste.

POTREBBE INTERESSARTI