La straordinaria eredità artistica di Pininfarina, genio assoluto dello stile italiano per le auto 

Il 22 maggio del 1930 Battista Farina, detto Pinin, firma a Torino l’atto costitutivo della Società Anonima Carrozzeria Pinin Farina. Di lì a poco, dallo stabilimento di corso Trapani, a Torino, esce la prima fuoriserie di Pinin, la Lancia Dilambda.

Il progetto dell’azienda è creare vetture di lusso e gran lusso e il suo nome diventa presto garanzia di esclusività tra sovrani, diplomatici, sceicchi e attori.

Inizia così un’avventura che avrebbe attraversato tre generazioni e profondi mutamenti sociali, economici e tecnici.

La Pininfarina – brand iconico, sinonimo di bellezza ed eleganza – ha realizzato in questi 90 anni tanti capolavori: dalla Lancia Aprilia Berlinetta Aerodinamica del 1937, all’Alfa Romeo Giulietta Spider del 1955, all’Alfa Romeo 1600 Duetto, alla Dino Berlinetta Speciale, alle oltre 100 Ferrari. Nel 1951 ha portato per la prima volta nelle gallerie del MoMa di New York il design a quattro ruote.

Oggi la società Pininfarina opera anche nell’architettura e nel design industriale ed è un gruppo mondiale con 700 dipendenti, sedi in Italia, Germania, Cina e Stati Uniti, quotata dal 1986, e inserita nel paniere Italian Listed Brands in cui Borsa Italiana raccoglie i 22 migliori marchi italiani di società quotate.

L’identità della Pininfarina è la stesa degli anni ’30: la centralità del design, il senso estetico capace di creare bellezza, l’ossessione per la qualità, la forza di una tradizione che unisce industria, tecnologia e ricerca stilistica.

Una storia gloriosa di un gruppo emblema dello stile italiano, che ha disegnato auto capolavoro e nel 1951 ha portato per la prima volta nelle gallerie del MoMa di New York il design a quattro ruote.

Quello di Pininfarina rappresenta l’eredità di un patrimonio artistico unico, che permetterà di applicare in ogni settore le conoscenze che sono state acquisite nell’auto: dai mezzi di trasporto, agli oggetti di uso quotidiano, all’interior design all’architettura. Grazie a Pininfarina, il design dovrà ascoltare i sentimenti delle persone, concepire ambienti in cui gli esseri umani possono godere del proprio spazio privato sicuro senza sentirsi isolati. Bisogna ripensare le case di domani, gli uffici, i cinema, le palestre, il trasporto pubblico, i servizi di comunicazione. L’umanizzazione delle tecnologie farà sentire le persone rassicurate. Tutto questo è il mondo che Pininfarina avrà contribuito a creare.

Potrebbe interessarti

Royal Palace of Capodimonte, Naples

Il Museo e il Real Bosco di Capodimonte sorgono su una delle colline che incorniciano la

A few used paint cans lie on the ground near the wall with a beautiful graffiti painting in pink and

Iniziative, movimenti, borghi che si trasformano in musei a cielo aperto: questa è l’Italia

Villa Paolina a Viareggio rappresenta uno degli edifici storici più belli della nostra Italia

Un film italianissimo, tutto al femminile, come raramente capita in Italia, ma soprattutto con

Le sale del secondo piano del Museo Mallé di Dronero, in provincia di Cuneo,

Doll making process. A woman draws the eyes of a doll

Una collezione straordinaria, che racconta tutte le epoche attraverso un oggetto, le bambole, che

La sede del Museo Irpino presso il Palazzo della Cultura, situato in Corso Europa ad Avellino , ospita

Girl reading

Ecco il secondo gruppo di articoli della lingua italiana: gli articoli indeterminativi. Questi articoli

Mill next to the salt pans of Trapani on Sicily

Ancor prima dell’arrivo dei Greci si dice che in Sicilia ci fossero già numerose

Ballare come inno alla vita. Ballare anche per scacciare la sofferenza e per rialzarsi

TRANSLATE
error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici anche nei social dove da questo anno condividiamo storie, video, esperienze italiane di imprese e persone che amano e vogliono vivere questa meravigliosa penisola, contribuendo con informazioni utili.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Abbonati a Italia da Vivere e resta sempre aggiornato.