RUBRICHE

L’affascinante e misteriosa storia del Gorgonzola

Il Gorgonzola DOP, uno dei formaggi italiani più conosciuti nel mondo, prende il nome dalla città italiana di Gorgonzola , situata nella regione Lombardia e generalmente considerata la sua città natale. Gran parte della reputazione di questa specialità casearia è dovuta al suo sapore particolare, proveniente dalle muffe commestibili all’interno della sua pasta. Le stesse muffe sono anche responsabili delle tipiche striature verde/blu . Scopriamo di più su questa prelibatezza, scoprendo come è fatta e tante curiosità , anche grazie alla preziosa collaborazione dei suoi produttori più tradizionali, rappresentati dal Consorzio Tutela del Formaggio Gorgonzola.

Il Gorgonzola è una delle specialità casearie italiane più conosciute ed apprezzate nel mondo. È possibile ipotizzare che la sua nascita risalga al IX secolo , in un territorio che per alcuni studiosi coinciderebbe con l’attuale provincia di Milano , per altri con quella di Lecco.
E’ un ‘formaggio crudo’ , prodotto con una tecnica particolare, che induce la formazione di muffe commestibili : queste muffe ne influenzano fortemente il sapore e l’aspetto, caratterizzati dalle tipiche striature verde/blu. Ne esistono di due tipi: quello dolce (morbido e cremoso) e il piccanteuno (più duro e leggermente friabile): quest’ultimo è più stagionato .
Nel 1996 l’Unione Europea ha assegnato al Gorgonzola la Denominazione di Origine Protetta (DOP), ufficializzandone di fatto le grandi qualità.

Non ci sono molte testimonianze attendibili sulla nascita di Gorgonzola : si fa risalire generalmente all’anno 1007 , durante il medioevo . Anche se questa data non fosse precisa, sarebbe comunque molto utile capire che questa specialità ha una tradizione millenaria .

Poche sono le informazioni anche sul luogo di origine del formaggio : gran parte delle fonti ovviamente sostiene che si tratti del comune di Gorgonzola (da cui il nome), altre suggeriscono
potrebbe trattarsi di Pasturo , un piccolo paese in provincia di Lecco, famosissima per la sua antica tradizione casearia (*1). L’unica certezza è che si tratta di un prodotto lombardo e piemontese molto tradizionale: un prodotto che iniziò ad essere commercializzato grazie alla rete fluviale locale e che, negli anni, divenne molto famoso anche all’estero la penisola italiana.

POTREBBE INTERESSARTI