Tanning

Le acque termali italiane: quando il turismo e la salute diventano eccellenza e business

Autore

I benefici dell’acqua termale sono noti dall’antichità tanto da essere stata una tematica affrontata anche da Virgilio nell’Eneide e da Ippocrate nel suo Corpus Hippocraticum, il primo trattato di medicina della storia. L’acqua termale presente nel territorio dei Colli Euganei, per esempio, è molto rinomata per il percorso articolato che la conduce dalle Piccole Dolomiti, dove comincia il suo ciclo, sino al Bacino Termale Euganeo il cui centro principale è Abano Terme. L’acqua termale e i suoi benefici sono alla base del termalismo, ovvero l’attività terapeutica svolta in stabilimenti conosciuti come terme dove si utilizza questo tipo di acqua, in funzione delle proprietà terapeutiche a lei riconosciute. Uno tra i paesi leader per il termalismo è sicuramente l’Italia con destinazioni come Abano Terme, Salsomaggiore Terme, Montecatini Terme, Fiuggi, Ischia che hanno contribuito a crearne un’immagine nota a livello mondiale. Il termalismo ha subito alcune crisi negli anni ma è stato interessato da un’evoluzione recente che l’ha portato dall’essere ritenuta una pratica puramente ludica a diventare “medicina del benessere”. È stato proprio per rispondere alle esigenze del mercato e dei consumatori che il settore termale ha dovuto modificare la formulazione del suo prodotto allargandone l’offerta sino a comprendere anche attività sportive volte alla promozione del benessere psico-fisico della persona. L’evoluzione del settore ha procurato non solo l’aumento dell’offerta turistica nei mercati europei, nazionali e internazionali, ma anche la crescita nel numero di turisti che, ora, preferisce unire ai trattamenti curativi anche un soggiorno rilassante.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere