Passo Gavia, mountain pass in Lombardy, Italy, to Val Camonica at summer

Le incisioni rupestri della Valcamonica, patrimonio storico di inestimabile valore

Autore

La Valcamonica, ricca di bellezze naturali tipiche delle montagne della nostra Italia da Vivere, è oggi conosciuta soprattutto grazie al suo patrimonio di incisioni rupestri.
Nel corso del tempo, l’uomo ha disseminato il globo di segni grafici (figurazioni dipinte, incise o modellate su qualsiasi supporto abbia avuto disponibile, come per es. la pietra, il legno, la ceramica, il metallo), per attestare e consegnare al tempo ciò che ha visto, pensato, creduto e comunicarlo in questo modo alla divinità o ad altri uomini.
Le incisioni rupestri ne rappresentano la modalità preistorica conosciuta più diffusa.
Le incisioni rupestri sono segni intenzionalmente incavati dall’uomo su superfici rocciose per lo più levigate dai ghiacciai.
Si trovano specialmente su rocce orizzontali o lievemente inclinate, anche se si conoscono rari esempi su parete verticale.
Accettando l’ipotesi che le incisioni fossero probabilmente anche integrate da coloritura, due furono le modalità tecniche impiegate: la percussione prodotta battendo direttamente o indirettamente sulla superficie con strumenti incisori di pietra (quarzite e selce) o di metallo; il graffito (a destra nella fig.), ottenuto graffiando le superfici con strumenti appuntiti di pietra o di metallo.
Incisioni rupestri sono state e vengono tuttora scoperte negli ambienti più vari (foreste, deserti, vallate, ecc.) di tutti i continenti. Si può normalmente constatare la costanza del trinomio pietra-incisioni-uomo, nel senso che nei luoghi montagnosi frequentati dall’uomo sono state sempre prodotte incisioni rupestri. Se ne deduce che esse non sono espressioni dei soli Antichi Camuni, ma lo sono di tutti i gruppi umani, a prescindere dal tempo e dallo spazio in cui sono collocate.
La Valcamonica è uno dei giacimenti di arte rupestre più conosciuti nel mondo, non solo perché fu fra i primi ad essere divulgato su larga scala, ma perché intrinsecamente è il più ricco per quantità, il più vario per temi, il più ampio per cronologia.
Nelle Alpi, tuttavia, costellate ovunque di segni incisi, si affiancano alla Valcamonica altri siti altrettanto noti agli studiosi, come per es. il Monte Bego, il Vallese svizzero, la Valtellina e il Monte Baldo.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere