Woman Choosing a Gift in Murano Glass Shop in Venice

Le incredibili tecniche del vetro di Murano

Autore

In tutto il mondo è ormai famoso il Vetro di Murano, un vetro appunto, lavorato in maniera artigianale. Questo è molto prezioso e racchiude dietro la sua lavorazione della storia davvero interessante, che si sviluppa tra il 1400 – anche prima – e il 1800. La città di Murano si trova a pochi km dalla meravigliosa Venezia e nelle botteghe degli artigiani, si possono ammirare tantissimi capolavori di vetro di Murano appunto e non solo.
Come detto in precedenza il Vetro di Murano richiede molti passaggi per la produzione, un vero e proprio insieme di tecniche e di arte allo stesso tempo. Proprio per questo motivo in fonderia, si necessita di una figura come quella del maestro vetraio che coordina il lavoro e la produzione di tutti gli artigiani, come ad esempio Massimo Borella di VDA Borella che realizza gioielli, sfere natalizie e tanti altri prodotti in vetro di Murano. Questi dovrà controllare ed intervenire qualora ci sia bisogno durante l’attività di produzione e lavorazione del vetro di Murano.
Tra le varie tecniche di lavorazione più importanti, è possibile trovare quella del vetro soffiato, quella dell’incisione, la tecnica per i lampadari, la mourrina, la tecnica della scultura, della perle vitree, e tante altre ancora. Per quanto riguarda quella del vetro soffiato, si può dire che è stata inventata sicuramente nel primo secolo a. C. e deriva dalle antiche tecniche utilizzate sul Mediterraneo orientale. La tecnica della soffiatura ha un’importanza non indifferente, classificando la Repubblica di Venezia come una delle città ad alto livello artigianale.
Altro tipo di lavorazione è quella dell’incisione, che è applicata soprattutto sui cristalli di vetro che non hanno una colorazione, questo per consentire di poter apprezzare al meglio la lavorazione. Il tutto avviene con la punta di diamante e con molta precisione, per non andare a scalfire il resto del pezzo di Vetro di Murano. Per quanto riguarda i lampadari invece, si tratta di una lavorazione particolare che deriva dal Medioevo, periodo in cui l’illuminazione era importante e necessaria non solo nelle chiese ma anche nelle abitazioni delle famiglie nobili. Questa generalmente avviene allungando il vetro e soffiandolo in alcuni punti. Oltre ai classici lampadari ci sono anche dei porta candele oppure altre tipologie di oggetti da illuminazione con particolari pendenti e non solo. Dunque i lampadari, come ancora oggi, hanno un’importanza non indifferente per quanto riguarda la notorietà dell’artigianato riguardante il vetro di Murano.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere