la penisola delle Eccellenze

Amiamo Lecce, città ricca di storia e di fascino. Amiamo le curiosità su Lecce, quelle piccole e grandi storie che nasconde nei suoi anfratti che profumano di mare e di memoria. E allora abbiamo pensato di scrivere questo articolo in cui elenchiamo le cose che ci piacciono, quali sono secondo noi le attrattive della città, cosa vedere, dove andare e dove scoprire i misteri che non tutti riescono a carpire. Pronto?

Curiosità su Lecce: un po’ di storia e di arte
Per anni la città pugliese era stata lasciata in disparte, dimenticata dagli itinerari turistici pugliesi, che lasciavano spazio alle coste e alle cittadine più piccole, a discapito di questo gioiello. Ma è ormai giunto da tempo il momento della ribalta. Le curiosità su Lecce non sono più tanto misteriose, ogni anno migliaia di turisti le scoprono, le assaporano e imparano ad amarle. Eppure ci sono ancora scorci poco conosciuti. Se non sai cosa vedere a Lecce perché pensi di aver visto tutto questo è l’articolo che fa per te. Suddivideremo il nostro contributo in due parti: cosa vedere a Lecce e Lecce segreta. 3 consigli da una parte e 3 consigli dall’altra, di modo da avere a portata di mano sei punti di intesse per comporre il tuo itinerario a Lecce, non solo per turisti ma anche per chi studia presso qualche facoltà dell’Università di Lecce, oppure lavora in città. Insomma destinazioni a Lecce interessanti per chiunque.

Cosa vedere a Lecce
Questa prima parte dell’articolo, come ti abbiamo già accennato, è dedicato alle cose da vedere a Lecce, alcune più famose, altre meno, ma tutte particolarmente importanti per la città e facilmente inseribili in qualsiasi passeggiata per conoscere le bellezze leccessi, anche per chi ha poco tempo.

Il barocco leccese
Lecce è una città barocca. In questo luogo questa corrente artistica si esprime con grande bellezza, con decorazioni appariscenti e caratterizzate da quel colore chiaro dato dal calcare tenero e compatto. I colori sono appunto caldi e dorati e ammantano la città di quell’atmosfera palpabile che il visitatore si porta appresso anche molto dopo averla lasciata.
L’arte barocca ha una lunga storia. Risale alla dominazione spagnola del Seicento, quanto appunto questo stile surclassò quello classico, dando maggiore spazio alla fantasia e all’immaginazione. Per gli amanti dell’arte e del bello suggeriamo quindi tra le cose da vedere a Lecce le sue opere barocche, anzi, organizzate proprio una bella passeggiata a tema artistico, è l’ideale.

Il centro storico di Lecce
Questa è abitudine che dovresti prendere ogni volta che visita una città: fare una lunga passeggiata nel centro storico. Le vere curiosità su lecce si trovano qua, dove la “Signora del Barocco” mostra tutte le più belle facciate di portali, chiese e abitazioni. Qui le botteghe artigianali raccolgono e valorizzano l’estro creativo degli abitanti, nella preziosa cornice della città vecchia. Tra le chiese segnaliamo: Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, Santa Maria di Costantinopoli e la Basilica di Santa Croce, simbolo della città e del barocco leccese.

L’Anfiteatro romano di Lecce
Ma mica c’è solo il barocco. No. I segreti di Lecce affondano le radici dentro una storia millenaria. Ecco l’antica Roma che si mostra in tutto il suo splendore nella più importante testimonianza dell’epoca: l’Anfitreatro, in via Arte della Cartapesta. La parte che si può ammirare adesso è sono un terzo della struttura autentica, che probabilmente è ancora sepolta sotto terra e su cui sono stati costruiti altri palazzi della città. Per visitarlo non c’è occasione migliore di una rappresentazione teatrale o di un concerto, che spesso vengono organizzati qui e restano una cosa da vedere a Lecce assolutamente.

Lecce segreta: 3 luoghi da scoprire
Veniamo alla parte dedicata ai segreti di Lecce e alle curiosità sulla città Abbiamo in serbo per te tre luoghi che non tutti conoscono.

La leggenda del diavolo
La Chiesa di San Matteo custodisce una delle curiosità su Lecce più interessanti. La chiesa è di stile barocco e si trova in via dei Perroni. Ma la cosa interessante è che sulla facciata le colonne dell’ordine inferiore appaiono diverse. Quella di destra è intagliata per metà. La leggenda vuole che il diavolo fosse invidioso della bellezza della facciata e per punizione uccise lo scultore che fu dunque impossibilitato di finire l’opera.

La leggenda dell’innamorato
Tra via Federico d’Aragona e Vico del Theuta si trova una figura femminile scolpita. La storia narra che l’uomo che viveva nel palazzo fosse perdutamente innamorato della dirimpettaia. I due si amarono attraverso un gioco di sguardi, fino a quando la contrarietà dei genitori di lei sfociò del tutto, portano la ragazza al suicidio. Il ragazzo non smise mai di amarla e decise di far scolpire il suo volto sulla pietra. Una parte di Lecce segreta che si tinge di romanticismo.

La chiesa senza facciata
Tra le colonne del Convitto si trova la chiesa di San Francesco della Scarpa, meglio conosciuta come una delle curiosità di Lecce che prende il nome di “chiesa senza facciata”. In realtà è una chiesa sconsacrata, che ora spesso ospita mostre e convegni. La sua particolarità è il suo campanile, che nel 1874 venne usato come stazione metereologica da Cosimo de Giorgi.