RUBRICHE

Milano si evolve tra affari, moda, gastronomia: ma il fascino resta lo stesso

Il tradizionale e affascinante distretto finanziario milanese, con al centro piazza Cordusio, con i monumentali Palazzo Broggi, già della Borsa vecchia e poi delle Poste, Palazzo delle Assicurazioni Generali e Palazzo Biandrà, si è oggi trasformato in un punto di ritrovo dei cittadini, crocevia della vita sociale e commerciale.

A pochi passi, in piazza Affari, resta il simbolo della Milano finanziaria: Palazzo Mezzanotte, o della Borsa, davanti a cui svetta L.O.V.E., l’irriverente statua di Maurizio Cattelan.

La città che non si ferma si è spostata nelle aree riconvertite della ex-Varesine, con il più alto tasso di grattacieli dell’area metropolitana – tra cui UniCredit, il Diamante, il Bosco Verticale, La Scheggia e il Nido Verticale di Unipol-Sai, solo per citarne alcuni – e della vecchia Fiera Campionaria, dove è nata City Life, quartiere residenziale su cui svettano il Dritto, lo Storto e il Curvo, sedi dei gruppi assicurativi Allianz e Generali e di PwC Italia.

O ancora in zona Tortona, dove i vecchi stabilimenti dismessi di grandi fabbriche come CGE, Ansaldo, Riva Calzoni o Nestlè ospitano oggi il quartier generale di Giorgio Armani e le sedi milanesi di altri brand della moda come Moncler, Fendi o Zanellato, location per eventi, musei e hub culturali.

Nel frattempo Milano è diventata anche la capitale italiana del coworking, con un’ininità di spazi distribuiti in tutte le zone della città (yesmilano.it/coworking-milano). 

E un numero sempre maggiore di hotel offre ambienti adatti a incontri di lavoro.

Tra i più recenti c’è Milano Verticale, a pochi passi da piazza Gae Aulenti, nel cuore dell’innovativo quartiere Garibaldi-Porta Nuova.

Un hotel dall’anima business, con cinque sale meeting, una digital SmartRoom, terrazza e rooftop per eventi. L’esperienza gastronomica è aidata al team dello chef pluristellato Enrico Bartolini, sia nel ristorante gourmet Anima, guidato dall’esperienza di Franco Aliberti, che nell’Urban Garden Bar e Osteria Contemporanea Vertigo. Sempre in zona, per soddisfare i palati più raffinati, c’è Andrea Berton, anche lui pluristellato Michelin e tra i padri fondatori della nuova scena gastronomica milanese.

POTREBBE INTERESSARTI