https://tavoledigabriela.it/

Arte rappresentata in tavola

E’ interessante dare uno sguardo alla storia per capire come si è arrivati alla moderna concezione di banquetingNell’antica Grecia e...

Siamo sempre sull’altopiano della Sila e da qui ci muoviamo per andare a Butirro. Da qui percorreremo sentieri mozzafiato che...

Questo magnifico squarcio di Calabria è certamente noto per il suo castello Aragonese e per lo splendido mare ma, per...

L’alce è un animale che, nella tradizione, simboleggia l’inverno e il Natale.E’ la seconda specie più grande dei cervidi, con...

Ottenuto da uva di Gaglioppo Magliocco, Cabernet Sauvignon e Marlot in vigneti coltivati nel territorio del piccolo borgo di Carfizzi...

Questo tavolo che emerge dalle profondità marine con tutti i suoi coralli, così accattivante, è pronto per festeggiare … qualcosa...

Non conosco a quale cultura appartenga la credenza che la frutta composta da acini o chicci porti fortunaAttraverso le religioni...

Protagonista indiscusso della cucina mediterranea, è ricco di bacche carnose, dalla buccia rossa, aranciata o verdastra, numerosissimi semi discoidali disposti...

L’insediamento è ordinato su terrazze parallele che si estendono sui due crinali di valle Cupa ed ogni terrazza sfocia nella...

Caccia al tesoro o caccia alle streghe?La caccia alle streghe è un fenomeno di superstizione, una isteria di massa alla...

Ottenuto da uva di Gaglioppo Magliocco, Cabernet Sauvignon e Marlot in vigneti coltivati nel territorio del piccolo borgo di Carfizzi a 300 m. S.L.M.
Rosso porpora con riflessi violacei. Profumo intenso con sentori fruttati, dolci e maturi, note balsamiche e floreali di violetta e accento di tabacco. Sapore caldo e vellutato di grande struttura. Grado alcolico 14,5 in vol.

La cugna’
È una conserva piemontese a base di mosto che accompagna i formaggi e il bollito misto.

2 kg di uva nera
500 gr di pere Martine
500gr di mele renette
250 gr di fichi
200gr di nocciole tostate
50 gr di gherigli di noce
Una manciata di scorzetta d’arancia e limone
5 chiodi di garofano
Mezza stecca di cannella
Pigiate l’uva con un setaccio. Raccogliete il succo in una pentola fatelo sobbollire fino a quando sarà ridotto di circa la metà. Sbucciate e tagliate a pezzetti pere mele e fichi uniteli all’uva e continuate la cottura per due ore. Prima di togliere dal fuoco aggiungete le noci e nocciole tritate i chiodi di garofano e la cannella. Versate la cugna’ ancora calda nei vasetti sterilizzati chiudete capovolgete e tenete al buio per un mese.

Sottopiatti Ceramica Italiana

Piatti Limoges

Piattini Arzberg

Bicchieri CRC

Vino Muranera Iuzzolini

@Copiright

Diritti riservati

Condividi questa pagina