Napoli sotterranea alla scoperta di una città nella città

View of Naples from Castel Sant'Elmo

Una Napoli da scoprire dentro la Napoli di tutti i giorni. Un viaggio straordinario, unico, alla scoperta del mistero, della bellezza, della storia, del fascino del passato, tra cunicoli, gallerie, catacombe.
Un’altra Napoli vive ed è presente, da sempre, sotto le chiese, i palazzi, i monumenti. In un percorso tutto da vivere che lascerà un segno indelebile, tra cultura, arte, simboli di una antichità che ha lasciato i suoi segni indelebili. Chi ama Napoli lo sa: cultura e storia si fondono alla perfezione nel meraviglioso “caos moderno” di una città che non puoi non amare. Da una parte le dominazioni greco-romane: è a loro che si devono queste cavità. Prima i greci le realizzarono per estrarre il tufo finalizzato a rafforzare le mura della città, poi i romani le adoperarono per raccogliere acqua piovana. Eh sì perchè i romani avevano già pensato a come realizzare una modernissima rete di acquedotti che portò l’acqua nelle case napoletano fino al 1885.
Vi rendete conto?
Greci e romani hanno lasciato un segno così forte nelle nostre città dell’Italia da Vivere che oggi in un luogo come Napoli possiamo ancora camminare laddove i popoli antichi hanno costruito, pensato, vissuto, ragionato.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, i cunicoli furono usati dai cittadini per proteggersi dai bombardamenti. Nel sottosuolo si trova, quindi, il vero ventre della città e, grazie ad archeologi e speleologi che hanno reso accessibili le sue fondamenta, ci sono oggi percorsi di visita esclusivi tra passato antico e recente. Uno dei primi percorsi del sottosuolo aperti al pubblico è quello di Napoli Sotterranea. Da 30 anni è possibile vistare questo affascinante luogo situato a 40 metri di profondità, con ingresso da Piazza San Gaetano in via Tribunali. Camminando tra cunicoli e cisterne si possono ammirare i resti dell’antico acquedotto greco-romano, i rifugi antiaerei della Seconda Guerra Mondiale ed i resti di un antico Teatro greco-romano dove si esibiva l’imperatore Nerone. L’itinerario comprende anche le visite al Museo della Guerra, alla Stazione Sismica “Arianna” e agli Orti ipogei, una sorta di serre nel sottosuolo in cui vengono fatte crescere diverse specie di piante sfruttando il clima umido.

Potrebbe interessarti

Aerial view of Scilla by night. Calabria, Italy.

Reggio Calabria comincia e finisce sul lungomare Falcomatà, “il più bel chilometro d’Italia” secondo

Il Parco Nazionale dell’Aspromonte, caratterizzato da un’enorme biodiversità animale e vegetale, riserva ai suoi

Il museo Irpino è il più importante della provincia di Avellino, per ricchezza e

Organic figs and a glass of fig jam on a wood

Nel numero speciale di Forbes Italia dello scorso mese, tra le “100 Eccellenze italiane

Young woman walking on modern green city area

Negli ultimi mesi sempre più italiani hanno riscoperto il piacere di stare all’aria aperta.

Mountain biker, Valais, Switzerland

L’Italia è più amichevole, più calorosa, più economica e offre cibo migliore rispetto alla

Si può affermare senza ombra di dubbio, che i Carretti Siciliani, occupano una nicchia

Circondata da un paesaggio di immensa bellezza, una casa magica e accogliente che sembra

Disomogenea, caotica, imperfetta ma proprio per questo bellissima e unica. Imponente nella sua maestosità

Old houses in Sassuolo, Modena, Italy

Sede dell’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico, Sassuolo è la capitale mondiale della ceramica,

TRANSLATE
error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici anche nei social dove da questo anno condividiamo storie, video, esperienze italiane di imprese e persone che amano e vogliono vivere questa meravigliosa penisola, contribuendo con informazioni utili.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Abbonati a Italia da Vivere e resta sempre aggiornato.