RUBRICHE

Ora puoi adottare uno straordinario albero di pistacchio siciliano: la brillante iniziativa dei pasticceri Bonissuto

Adottare un pistacchio? Sì, ora è possibile grazie all’iniziativa dei fratelli pasticceri Bonissuto che hanno deciso di coltivare 70 alberi di pistacchio.

L’iniziativa (chiamata Fustuq, pistacchio in arabo), lanciata lo scorso mese che durerà anche a settembre, prevede l’adozione di un albero, a cui è anche possibile dare un nome, dopodichè i generosi donatori riceveranno in cambio dei dolci realizzati con il pistacchio. La campagna di crowdfunding – patrocinata dai comuni di Delia, Canicattì e Naro – ha l’obiettivo di rilanciare il raccolto di prossimità e di salvare una varietà autoctona antica.

Vincenzo e Giulio Bonfissuto, due pasticceri di Canicattì, in provincia di Agrigento, hanno lanciato l’iniziativa “Adotta un pistacchio“, con l’obiettivo di tutelare uno dei prodotti più conosciuti della Sicilia, chiamato “oro verde“.

I due pasticceri siciliani hanno deciso di impiantare un pistacchieto nella campagna di Canicattì, con 70 alberi di pistacchio, recuperando un ecotipo autoctono rinvenuto nell’agrigentino e oggi non più coltivato. Il pistacchieto si svilupperà su un terreno di 800 metri quadri in aperta campagna, tra mandorleti e vigneti, e rifornirà direttamente il laboratorio di produzione della pasticceria Bonfissuto.

A sostenere i costi di impianto e coltivazione ci penserà una campagna di crowdfunding attiva dal 1° agosto sulla piattaforma Kickstarter. Chi vuole finanziare il progetto, può farlo con una donazione libera. Chi dona 27 euro riceve a casa un panettone al pistacchio e le “ricompense” aumentano in maniera proporzionale al valore della donazione.

POTREBBE INTERESSARTI