RUBRICHE

Paestum: gli antichi resti dei templi greci che attirano turisti da tutto il mondo

Paestum è un sito greco-romano situato a sud di Napoli che contiene gli splendidi resti di tre antichi templi greci che si ergono ancora oggi.

Fondata come colonia greca nel VI secolo aC, Paestum era originariamente conosciuta come Poseidonia, dal nome del dio greco Poseidone.

Si stima che Poseidonia sarebbe diventata una fiorente città nel 540. La zona passò sotto la dominazione dei Lucani (popolo italico autoctono) prima del 400 aC, dopodiché il suo nome fu cambiato in Paestum.

Alessandro, re dell’Epiro, sconfisse i Lucani a Paestum intorno al 332 a.C. La città rimase lucana fino al 273, quando passò sotto il dominio romano e vi fu fondata una colonia latina.

La località era ancora prospera durante i primi anni dell’Impero Romano, tuttavia, il cambiamento climatico e gli sconvolgimenti politici del successivo Impero Romano videro Paestum iniziare a declinare nel periodo altomedievale e all’inizio del millennio il sito era stato abbandonato. Non fu riscoperto fino al XVIII secolo.

Nel luglio del 1969 un contadino riportò alla luce un’antica tomba lucana che conteneva affreschi greci dipinti in stile primo classico. Il museo archeologico di Paestum custodisce questi e altri tesori del sito.

Il sito archeologico di Paestum ospita tre degli antichi templi greci meglio conservati al mondo. È un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO e comprende un museo ricco di affreschi, ceramiche e manufatti millenari. Tra questi, c’è l’iconico affresco funerario Tomba del tuffatore.

Oggi i visitatori di Paestum possono ancora vedere gli spettacolari templi, il Tempio di Hera, il Tempio di Nettuno e il Tempio di Cerere (pensato da alcuni come un tempio di Atena). I templi di Nettuno ed Era si trovano uno accanto all’altro all’estremità meridionale del sito, mentre il tempio più piccolo di Cerere si trova all’estremità settentrionale. Puoi camminare vicino ai templi, ma sono legati con una corda per impedire l’accesso all’interno.

Il sito contiene anche imponenti mura difensive, un foro romano, i resti di base di un anfiteatro romano e una serie di antiche tombe. Paestum vanta anche una chiesa paleocristiana e il Museo di Paestum, ricco di informazioni sui siti locali.

POTREBBE INTERESSARTI