Pane e panelle: il trionfo della cucina povera di scuola siciliana

Autore

La cucina povera emerge in tutta la sua bellezza, in tutta la sua tradizione, nei suoi colori, giallo oro come le tinte luccicanti della terra, e del sole. Nella gastronomia siciliana le panelle rappresentano l’emblema del trionfo della semplicità: farina di ceci, acqua, e addirittura pane per accompagnarle. Ne esistono diverse varianti, perchè come al solito nell’Isola più bella del mondo da est a ovest emerge quel sano campanilismo culinario dove ogni territorio, da Palermo a Trapani, ha la propria variante. Dicevamo dell’ingrediente principe: sono i ceci. Una pastella leggera, la farina ottenuta dai legumi e poi olio bollente di qualità per friggere. La storia delle panelle siciliane arriva dal mondo arabo: come accade per tante preparazioni di scuola siciliana che nel corso della storia hanno subito l’influenza dei colonizzatori. Sono trascorsi mille anni da quando esperti gastronomi macinavano i semi dei ceci per ricavarne una farina. Ma se gli arabi hanno portato la coltivazione dei ceci, gli italiani e i siciliani hanno dato una impronta netta, precisa alla tradizione, creando una cucina che nella nostra Italia da Vivere è unica, ha pochi termini di paragone al mondo. Si tratta di una preparazione facile e veloce! Si mescolano tutti gli ingredienti in ciotola in pochi minuti. Il segreto per ottenere delle panelle dalla forma perfetta che non si sfaldano in cottura è stendere l’impasto, farlo riposare qualche minuto e infine intagliare con uno stampino o un coltello. Da questa base potete realizzare le classiche panelle di ceci fritte, le golosissime più amate ma anche delle panelle al forno, più leggere ma ugualmente gustose! Perfette calde e fumanti ma anche fredde. Aia come spuntino e merenda come tradizione palermitana comanda! da sole oppure in deliziosi Panini per hamburger! sia da servire come antipasto, aperitivo insieme a Crocchette di patate, Supplì al telefono, Arancini di riso, Panzerotti! provatele: anche i bambini le ameranno e sono perfette anche per vegani e celiaci!

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere