la penisola delle Eccellenze

Piccola, romantica e splendida perla della Puglia. Siamo nella provincia di Brindisi, a circa 50 km dalla città capoluogo: ci troviamo precisamente nella bellissima Torre Canne.

Vi raccontiamo la storia di una località balneare dove solo 500 abitanti ci vivono in inverno, mentre nel periodo estivo il numero triplica grazie al turismo.

Ricordiamo che poco distante dal mare è possibile visitare, sempre nel comune di Fasano, la famosa e meravigliosa Selva di Fasano.

Il nome Torre Canne deriva da una torre di guardia che, al tempo dei Saraceni, era a protezione della costa. Quella torre oggi è identificabile nella stessa zona in cui è presente la caserma della Guardia di Finanza.

La Torre fu costruita nel XVI secolo ma fu distrutta durante la seconda guerra mondiale. Fu detta delle Canne perchè nei dintorni era presente un grande canneto.

Se la località possiede delle spiagge bellissime ed un mare meraviglioso è allo stesso modo molto famosa per le sue terme. Nella località dedicata alle terme è infatti possibile effettuare dei trattamenti di balneoterapia e di fangobalneoterapia.

Ciò che caratterizza questo posto è sicuramente il mare. Le spiagge sono formate da sabbia bianca molto fine. Questo territorio fa parte di un parco chiamato Parco Dune costiere e comprende tutto il territorio che da Torre Canne porta sino a Torre San Leonardo.

Il simbolo del luogo è il Faro che illumina con una luce intermittente tutta la scogliera della marina di Torre Canne.

A partire dagli anni 80 la località è diventata, grazie anche alla presenza delle acque termali, di interesse turistico e difatti Torre Canne si è ampliata con la costruzione di nuove abitazioni che, durante la stagione estiva, vengono affittate ai turisti. Sempre negli stessi anni fu costruita una piccola Chiesa che ad oggi rappresenta un nuovo simbolo del luogo.

Se amate il mare e avete voglia di trascorrere delle vacanze in un luogo di mare Torre Canne potrebbe essere la scelta giusta per un piccolo viaggio all’insegna del Relax.

Torre Canne ha un clima mite e, affacciandosi sul mare Adriatico, ha delle temperature tipiche di una cittadina che spicca sul mare. Il mare, appunti, è tra i più belli e puliti della Puglia tanto che, dal 2011 al 2014 ha ricevuto la Bandiera Blu, simbolo della bellezza di un mare pulito.

Siamo nella provincia di Brindisi ma uno dei piatti tipici del posto, può sembrare strano, è il polpo alla barese. E’ possibile poi gustare il famoso capocollo di Martina Franca, un salume molto buono e le bombette di Cisternino, una specie di spiedino di carne. Per quello che riguarda i dolci sarà possibile assaggiare e degustare il biscotto di Ostuni ed il biscotto di Ceglie Messapica.

Il territorio circostante permette inoltre la coltivazione del Pomodoro Regina, tipico prodotto delle terre del luogo, presente quasi ovunque tra le terre di Fasano ed Ostuni. La raccolta di questo particolare tipo di pomodoro avviene a partire dal mese di luglio. Si tratta di un pomodoro che viene venduto in due maniere separate: una piccola parte viene venduta appena raccolta, l’altra viene dedicata all’essiccatura e venduta solo alcuni mesi dopo.