la penisola delle Eccellenze

Un paese che rappresenta il perfetto equilibrio, quasi un’oasi di pace, tra la campagna e i paesaggi della maremma toscana e un mare meraviglioso, quello dell’Argentario. Anche e soprattutto una città di grandi movimenti turistici, di un afflusso continuo di persone, grazie a un porto da cui si raggiungono la vicina Isola d’Elba, l’isola del Giglio e altre località suggestive. Ma non per questo i visitatori non si fermano qui, da queste parti, a Porto Santo Stefano, con pochissime ore di treno da Roma o pochi chilometri di auto da Firenze o dalla Capitale la puoi raggiungere e vivere un’esperienza che soprattutto nella stagione estiva non dimenticherai. A cavallo tra mare e terra. Con una organizzazione, a livello di accoglienza turistica, tra alberghi, ristorazione e strutture balneari, da fare invidia a località dalla fama più celebre ma che non ti lasceranno l’emozione nel cuore come Porto Santo Stefano, perla della Toscana, perla della nostra Italia da Vivere. Arrivando in macchina, già dalla discesa che conduce in paese, potrete ammirare un bel panorama su Porto Santo Stefano. La prima cosa che incontrerete sarà il cantiere navale, dove i maestri d’ascia rimettono a nuovo degli autentici gioielli del mare. A questo punto, specialmente in alta stagione, vi consigliamo di lasciare l’auto nei parcheggi predisposti e proseguite poi a piedi. Costeggiando il mare attraverserete tutto il porto del Valle con gli imbarchi per le isole del Giglio e Giannutri, le imbarcazioni da diporto e la flotta dei pescherecci; se arrivate nel pomeriggio vi potrà capitare di assistere allo sbarco del pesce fresco. Terminato il porto inizia lo splendido Lungomare dei Navigatori, disegnato da Giorgetto Giugiaro, che vi conduce verso il porticciolo della Pilarella. Tuttavia prima di proseguire potrete attraversare la strada e visitare l’Acquario, all’interno del quale è riprodotto l’ambiente marino tipico del mediterraneo. Riprendete adesso il Lungomare, dove le numerosissime panchine rivolte verso il mare, vi consentiranno di fare una pausa godendovi lo spettacolo del golfo dell’Argentario che “guarda” verso Talamone. Al Termine del Lungomare sarete arrivati in Piazza dei Rioni che, affacciata sul porticciolo, potremo definirla il “salotto” di Porto Santo Stefano. D’obbligo una sosta nei numerosi bar e ristorantini con terrazza sul mare, in qualsiasi ora del giorno, dalla colazione all’apertivo al dopo cena, l’atmosfera rilassante di questo luogo vi regala dei momenti veramente piacevoli. In estate vi divertirete anche ad osservare i bambini locali che si tuffano a ripetizione nelle acque di questo piccolo porto.