la penisola delle Eccellenze

La pasta alla zozzona è un primo piatto tipico della tradizione gastronomica romana. Il termine zozzo nel contesto cibo a Roma vuole indicare qualcosa di particolarmente goloso, sostanzioso, grasso, untuoso, succulento e sopratutto calorico. Il sugo alla zozzona si prepara sfrigolando il guanciale come per l’amatriciana nel suo grasso disciolto, si rosola la salsiccia, la cipolla affettata finemente, si aggiunge salsa di pomodoro e si porta a cottura. Durante la mantecatura della pasta, generalmente rigatoni, si aggiunge tuorlo d’uovo sbattuto con pecorino, come per la carbonara e si termina la preparazione con altro pecorino e pepe macinato come ho indicato nella ricetta originale.

Un esplosione di gusti, e di calorie, racchiusi in una specialità che si può degustare nelle trattorie tipiche romane, specialmente nelle zone delle Fraschette dei Castelli Romani. Per portare in tavola la pasta alla zozzona secondo la tradizione capitolina, segui la ricetta e accompagna il pasto con una fiaschetta di Romanella giovane.

Pile of raw rigatoni

Ricetta pasta alla zozzona
Dosi per 4 persone

400 grammi di rigatoni o pasta corta a piacere
mezza cipolla affettata
200 grammi di guanciale o pancetta a fettine
200 grammi di pomodorini pachino maturi
500 grammi di salsa di pomodoro
un pizzico di peperoncino
2 salsicce fresche
2 tuorli
30 grammi di pecorino romano DOP
pepe macinato
sale

Procedimento

In un tegame a fondo robusto di terracotta rosola in pochissimo olio il guanciale e la cipolla tritata finemente. Aggiungi il peperoncino, le salsicce spellate e sbriciolate e lascia appassire un paio di minuti. Versa i pomodorini spellati e strizzati e la salsa di pomodoro, regola di sale e lascia cuocere per 20 minuti.

Sbatti i tuorli con il pecorino e un pizzico di pepe.

Lessa i rigatoni, scola al dente, manteca con il sugo di pomodoro e fuori dal fuoco aggiungi i tuorli sbattuti. Amalgama e servi la pasta alla zozzona cospargendo con pecorino grattugiato.