RUBRICHE

Roma all’avanguardia per accoglienza, turismo e cibo di lusso: la Capitale che cambia

Chi l’avrebbe detto? Roma batte Milano nella classifica delle 100 città all’avanguardia  nel mondo per lo sviluppo di nuove idee e soluzioni di business. Nel settore degli hotel e del turismo, per esempio, la Capitale ha attratto quasi il doppio degli investimenti di Milano, con 750 milioni contro 400. 

E l’immediato futuro, con scadenze come il Giubileo del 2025 e la candidatura a Expo 2030, riserva grandi opportunità, come pure i progetti del Pnrr nel campo della ricerca.

Per chi la frequenta per lavoro Roma è una città ospitale, dove nel complesso si vive bene.

Soprattutto se ci si muove nel centro storico, con la possibilità di spostarsi agevolmente a piedi. In posizione strategica accanto alla Stazione Termini, nell’edificio che un tempo ospitava gli uffici delle Ferrovie dello Stato, NH Collection Palazzo Cinquecento è tra i business hotel più comodi oltre che più eleganti della Capitale, con camere luminose e confortevoli, sale e salette per meeting grandi e piccoli, spazi informali di incontro e convivialità.

Per un soggiorno più “d’atmosfera” ci si può spostare nel vicino quartiere Monti, tra il Quirinale e i Fori, oggi considerato uno dei più piacevoli di Roma, pieno di negozietti, locali e trattorie.

Qui ha aperto da meno di un anno il Doubletree by Hilton Rome Monti, un’oasi verde con 133 camere, tre sale meeting modulabili e un rooftop bar con terrazza afacciato su Santa Maria Maggiore.

Nella zona dei grandi alberghi, intorno a via Veneto, ha invece debuttato all’inizio di dicembre il W Rome del gruppo Marriott, hotel dal lusso non convenzionale e dal design provocatorio con 147 camere, lounge, rooftop bar, palestra e la cucina siciliana firmata dallo chef stellato Ciccio Sultano.

Poco lontano, tra via Veneto e piazza Barberini, il Moma è perfetto per una pausa o un incontro di lavoro, con proposte informali a pranzo e menu gourmet la sera.

Per chi si muove nell’area dei palazzi governativi, tra via del Corso e il Tevere, sempre brulicante oltre che di turisti di politici, funzionari e impiegati, tra i ristoranti più in voga c’è Clotilde, a due passi da Montecitorio, che mette in tavola i sapori freschi della cucina contadina trasformati in piatti eleganti e raffinati. In via del Pellegrino, ha aperto da poco Reserva Restaurante, ottima cucina sudamericana in un’atmosfera piacevole ed accogliente.

A un paio di isolati, Giulio Terrinoni, da anni uno degli chef più apprezzati nella Capitale, offre nel suo “Per Me” una sorprendente e originale cucina di pesce e un’interessante versione nostrana delle tapas in salsa gourmet.

Più a nord, oltre il Tevere, tra i rioni Prati e Vittoria, gravita il mondo RAI. Qui ha aperto a luglio 2021 Mama Shelter, primo hotel in Italia del brand francese. Progettato da Philip Starck per un’ospitalità giovane, colorata e a tariffe accessibili, il Mama conta più di 200 stanze tra medium, large ed extra arge, sale meeting, un’area wellness e un piacevole rooftop aperto dalla mattina fino a tarda notte. 

POTREBBE INTERESSARTI