Santa Maria in Trastevere

Roma romantica, Roma nazional popolare, Roma città da vivere

Autore

La Roma dai tanti volti, la Roma non solo nazional-popolare, la Roma trasteverina, la Roma dello studente che si “nutre” a piazza bianca e supplì o del turista che va alla ricerca della cacio e pepe d’autore a Testaccio.

Roma è e sarà sempre, almeno in parte, anche lusso sfrenato, eleganza. La Caput Mundi di chi può permettersi una cena da 150 euro, vini esclusi.

E in questo senso, tra ristorazione vecchia e nuova, i locali “per pochi” non mancano affatto.

Basta fare un giro per piazza di Spagna: via Condotti da una parte, con i negozi di lusso e i brand di alta moda, la barocca scalinata di Trinità dei Monti dall’altra.

Proprio ai suoi piedi, la famosa sala da tè Babingtons, fondata nel lontano 1893.

L’idea e le sue fondatrici (due signorine inglesi) sono tutt’altro che romane, ma da questo elegante salotto sono passate le personalità più importanti della cultura, della politica e dello spettacolo.

Babingtons è un contenitore di storie e chiacchiere che hanno animato la città per oltre 125 anni. E quante altre storie ha da raccontare, salendo per via Crispi e proseguendo poi per via Ludovisi fino a via Boncompagni, ecco Jackie O’. Quello che un tempo è stato il ritrovo della Dolce Vita capitolina, con clienti issi come Marcello Mastroianni, adesso è un ristorante dall’atmosfera intima e soisticata, luci sofuse e sedute in pelle.

Perché, in fondo, la Roma più autentica la si vede anche nella passeggiata affusolata di una signora in pelliccia e appariscenti occhiali da sole. Basta capire di quale romanità stiamo parlando.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!

Seguici nei canali social

Attimi e curiosità da condividere