Salaparuta: dalla Valle del Belice, l’eccellenza dell’Italia da Vivere dei vini siciliani

Dall’antico e suggestivo borgo di Salaparuta, in provincia di Trapani, arrivano sulle nostre tavole tutte le meravigliose denominazioni di vini doc, comprensivi sia di rossi che di bianchi, che fanno riferimento a una particolare e rinomata coltivazione di uve appartenenti a una zona a 50 km da Palermo. La Doc della Salaparuta, creata nel lontano 2006, è sì una delle più recenti del mondo enologico siciliano, ma anche in assoluto una delle più apprezzate nel panorama vitivinicolo della Trinacria. Qualità e caratteristiche straordinarie rendono questi vini come il marchio di fabbrica dell’ultimo decennio della cultura siciliana nel mondo per quanto concerne i vini. La zona a cui facciamo riferimento appartiene alla Valle del Belice, quella che fu colpita dal violento terremoto 1968. L’attività vinicola rappresenta per l’economia del territorio non solo uno dei settori chiave per gli introiti economici, ma anche una tradizione plurisecolare. I bianchi in particolare rispecchiano tutta la forza e nel contempo la freschezza dei vini trapanesi: ovvero leggere note minerali, sentori floreali e agrumati importanti. Vini a 360 gradi, dal crudo di mare al dessert. Oltre al Salaparuta Rosso e al Salaparuta Bianco DOC, la denominazione comprende anche altre tipologie, tra cui nove vini varietali, prodotti da almeno l’85% della varietà dichiarata in etichetta. Nero d’Avola, Syrah, Cabernet Sauvignon, Merlot e Pinot Nero sono i vini rossi prodotti in purezza, mentre i vini bianchi sono ottenuti da Inzolia, Catarratto, Grillo e Chardonnay. La tipologia rosso Novello parzialmente prodotto tramite macerazione carbonica, è più leggero in alcol (11% in volume) e soggetto ad meno restrizioni in termini di resa produttiva per ettaro. I vini rossi base della Salaparuta DOC si basano sul Nero d’Avola (almeno il 65%). Lo stesso vale per il Novello, che può contenere anche fino al 20% in Merlot, che dà ai vini struttura e profumi di frutta rossa. I vini Salaparuta Bianco DOC sono basati sul vitigno Catarratto per almeno il 60%, integrata da qualsiasi varietà bianca ammessa alla coltivazione per la regione Sicilia, ad eccezione del Trebbiano.

POTREBBE INTERESSARTI