Sandro Lauri e il nuovo modo di fare aperitivo: qualità, ricerca, comunicazione

Autore

Sandro Lauri per gli amici “Sandrissimo”, originario di Piazzolla di Nola, vulcanico ed eterno ragazzo classe 1978, ormai da oltre un decennio atripaldese di adozione e punto di riferimento in Irpinia del buon bere e della movida, dell’aperitivo d’autore, ha avviato una nuova entusiasmante avventura enogastronomica in Campania.

Sandro Lauri è il punto di riferimento assoluto, da un decennio, dei locali del buon bere della provincia avellinese.

“Jammo addo Sandrissimo” è il nome della sua nuova proposta enogastronomica, un cocktail bar elegante, accogliente, molto vicino allo stile dei bistrot moderni, ed è pronto, e siamo certi accadrà, a raccogliere nuovi consensi tra i giovani e non solo dell’Irpinia e di tutta la Campania.

E non è un caso che il tutto è avvenuto il 12 dicembre, in una data dove Sandro celebra anche i 7 anni di Beviamoci Su, il Bar oggi punto di riferimento assoluto di Atripalda, nato sulle ceneri dello storico Bar Italia.

Ecco la storia di Sandro Lauri. Nel 2004 Lauri da’ vita al Nemo, con un gruppo di amici storici. Sarà la sua prima indimenticabile esperienza nel mondo dei locali.

Sandro arriva nella cittadina della Valle del Sabato nel 2009 e da allora non si è più fermato, come un treno in corsa. Prima le esperienze dell’Enoteca Tre Bicchieri poi quella di Don Matteo, per approdare poi al suo primo locale in proprio, Beviamoci Su, con quel vulcano che lo rappresenta nel logo, che racconta la sua veracità, il suo stile partenopeo che ha fatto innamorare gli atripaldesi.

Questo giovane imprenditore è cresciuto in modo esponenziale dal punto di vista professionale.
Sa essere uno straordinario comunicatore e mette passione ed emozioni in tutto quello che fa.

Un instancabile bambino che si diverte come il primo giorno, così lo definiscono gli amici e le centinaia di persone che si affidano a lui ogni giorno per un caffè d’autore, un calice di vino, un happy hour indimenticabile.

Lauri ha recuperato con Jammo un altro locale storico, il Quo Vadis, ma ha creato qualcosa di diverso, di innovativo rispetto a Beviamoci Su, dove il classico bar cittadino si è aperto alla qualità, ad un tocco di eleganza, ai ritmi frenetici della vita diurna e non solo.

Con Jammo, si cerca l’eleganza assoluta, l’accoglienza serale che è tutto. E poi uno spazio per eventi da non dimenticare. E la parola d’ordine sarà il bere d’autore. Vini con etichette uniche, champagneria, birre d’autore.
Ma non potrà mancare la cucina. Qui Sandro Lauri vuole sorprenderci e non annuncia nulla.

Nessun menu fisso in cucina, l’estro di Sandro e dei suoi collaboratori sarà un viaggio da vivere giorno per giorno. Un viaggio iniziato il 30 novembre del 2009, in una Atripalda che da allora è la seconda famiglia di Sandro.

Come Jammo, il nome del suo locale, un pò partenopeo, un pò irpino. Come questo eterno ragazzo che ha compreso che dietro l’imprenditoria enogastronomica moderna esistono tanti fattori: qualità, ricerca, tradizione, innovazione e soprattutto anche comunicazione.

Sandro è pronto ad accogliere tutti i clienti storici e i nuovi amici da “Jammo”, con quel motto “Si vive una volta sola” che da anni lo contraddistingue.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!