Sardegna: alla scoperta del primo museo minerario italiano

Autore

Quando lo sviluppo delle tecnologie è messo al servizio del patrimonio artistico e culturale del nostro Paese è sempre una buona notizia.

Ed è quanto, da ine luglio, accade nella splendida Sardegna, grazie al progetto che valorizza la memoria storica e identitaria dell’ex borgo minerario dell’Argentiera (frazione di Sassari), uno dei maggiori esempi di archeologia mineraria della regione, già patrimonio Unesco.

Un percorso artistico inedito che vuole coinvolgere ed emozionare: è nato così MAR – Miniera Argentiera, il primo museo minerario a cielo aperto in realtà aumentata, sostenuto dal Comune di Sassari in collaborazione con LandWorks e Bepart, con il supporto del Parco Geominerario, Storico e Ambientale della Sardegna.

Un itinerario che si snoda attraverso ruderi e case alla scoperta dell’Argentiera, con le prime quattro installazioni artistiche di grandi dimensioni ad arricchire il paesaggio circostante con illustrazioni animate grazie alla realtà aumentata. Il MAR ofre un nuovo modello di turismo interattivo e una modalità innovativa di fruizione, aperta al territorio e accessibile gratuitamente a un ampio pubblico.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!