Teniamoci per mano Onlus: regalare sorrisi ai bambini malati. Il grande cuore degli italiani

Autore

La medicina non è divertente ma c’è molta medicina nel divertimento”. È questo il motto dell’associazione “Teniamoci per Mano Onlus”, che oggi conta 600 clown volontari e che dal 2010 è impegnata attraverso la clownterapia a regalare gioia e sorrisi in circa 40 tra ospedali, case di riposo, strutture per bambini e per persone diversamente abili sparse su tutto il territorio nazionale. Nata a Napoli da un’idea del fondatore Eduardo Quinto, Teniamoci per Mano ONLUS da piccola associazione di provincia è cresciuta rapidamente ino a diventare una realtà di rilievo nazionale ed è reduce dal successo della “Maratona del Sorriso” con quasi 50mila euro raccolti in tutta Italia per acquistare apparecchiature sanitarie destinate agli ospedali. Indossare camice e naso rosso ed entrare nel fantastico e sorprendente mondo della clownterapia con Teniamoci per Mano ONLUS è semplice; basta frequentare il corso base tenuto da un formatore professionista, della durata di un ine settimana, in una delle città nelle quali l’associazione è presente. Sarà possibile così iniziare il proprio tirocinio, della durata di 100 ore, nelle strutture convenzionate, con il supporto costante di un clown tutor esperto. Teniamoci per Mano ONLUS tiene in grande considerazione l’aspetto formativo dei propri clown e prevede durante l’anno appuntamenti speciici nei quali i volontari hanno la possibilità di migliorare la propria tecnica per approcciarsi nel modo migliore alle varie tipologie di persone che potranno incontrare nel corso delle attività. La ONLUS non gode di contributi pubblici e si sostiene unicamente attraverso donazioni private ed è per questo che ha appena lanciato la campagna basata sui “panettoni del sorriso” grifati Tre Marie che è possibile prenotare al numero 081-18759100 oppure inviando una mail all’indirizzo teniamocipemanoonlus@live.it. Un pensiero dolce che può aiutare a regalare un sorriso a chi ne ha bisogno perché, come diceva Charlie Chaplin, “un giorno senza sorriso è un giorno perso”.

Condividi articolo

Potrebbe interessarti

error: Il contenuto è protetto da copyright !!