RUBRICHE

Servizi

Tommaso Paradiso: cantante, autore, regista. Scopriamo insieme il percorso di un artista italiano e romano a tutto tondo

Romano nell’anima e nel cuore ma distante dalla romanità per quello stile così poetico che lo accompagna. Cantante, autore, regista, amato delle giovani donne per quella fisicità e per quello stile che lo rendono unico. Tommaso Paradiso è uno degli artisti di casa nostra più in voga degli ultimi anni.

Space Cowboy, questo il nome della stazione da cui, il 4 marzo, è ripartito ufficialmente il treno musicale del cantante italiano Tommaso Paradiso. Una stazione intermedia, «un punto di arrivo e un nuovo inizio» della sua carriera, come lo stesso cantautore romano ha definito il suo primo disco da solista. Un lavoro che mette in risalto la scrittura più profonda e poetica di Paradiso a cui si accompagnano sonorità nuove, più “classiche” e meno synth. Ma non finisce qui, perché presto sarà anche in tour e nelle sale, dal 26 aprile, con il suo primo film da regista: Sulle Nuvole. 

Il brano che chiude il disco, Sulle Nuvole, presto sarà anche un film che sancisce il suo debutto alla regia.

«Sono un grande appassionato di cinema e ne faccio spesso argomento di conversazione. Vedo tantissimi film perché mi fanno stare bene a livello di anima. Sono molto più nerd sul cinema che sulla musica. Sulle Nuvole all’inizio è stata un’esperienza tostissima. Preparare un film comporta tanto impegno: studiare le scene, la fotografia, il cast, i provini, gli sceneggiatori. E’ un lavoro certosino molto più lungo e strutturato. Ne avevo così tanti di riferimenti quando ho fatto questo film che l’ho fatto, come si dice, senza maniera. In realtà avevo una bella storia d’amore da raccontare e mi sono affidato a un grande direttore della fotografia, Arnaldo Catinari, che è anche un regista ed è stato la mia chioccia». 

POTREBBE INTERESSARTI